Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Un uomo deve amare più la moglie della madre?

MARRIAGE
Bbernard - Shutterstock
Condividi

Se l’uomo tratta la moglie come una principessa è perché è stato educato da una regina

Bisogna ringraziare le regine che hanno saputo educare dei cavalieri. Grazie a tutte loro!

Ci sono situazioni in cui sembra che la regina pretenda di essere principessa. Ormai il figlio è sposato, e sembra volere un posto diverso da quello che le spetta come madre. Può anche accadere che il figlio continui ad avere la “mammite” e non abbia ancora capito ciò che vuol dire la frase “l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una carne sola” (Mt 19, 5).

Non si tratta di amare di più o di meno, di quantificare, ma che ciascuno occupi il posto che gli spetta nella vita. Per questo, quando ci si sposa, la moglie dev’essere al primo posto nella vita del marito, la donna della sua vita.

Dall’altro lato, è importante che la moglie accetti che la mamma sarà sempre il primo grande amore di suo marito. È la donna che gli ha dato la vita, che lo ha allevato e gli ha dato tutto l’amore che poteva donargli.

So che è un tema sensibile, per questo cercherò di trattarlo con grande delicatezza, e lo farò pensando non solo come madre di soli figli maschi, ma come esperta di questioni matrimoniali.

Per iniziare va detto che per me sarà una vera vittoria vedere i miei figli ormai sposati che trattano le loro mogli come regine, dando loro il posto che meritano come compagne di vita. Quando si sposeranno saranno una cosa sola, e non sarò certo io a separarli! Il mio ruolo sarà sempre quello della mamma, niente di più.

MOTHER IN LAW
Viktoriia Hnatiuk - Shutterstock

Come consulente matrimoniale ho ascoltato un’infinità di storie del terrore su questo tema, con coppie che hanno un buon rapporto matrimoniale finché non appare la suocera, che lungi dall’unire i due si interpone nella relazione.

L’aspetto più triste e doloroso per la moglie è quando il marito riserva sempre un ruolo preferenziale alla madre, anteponendola a lei. Questa situazione la fa sentire denigrata, respinta e calpestata da colui che ha promesso di amarla e proteggerla per tutta la vita.

Signori, nessun marito coerente deve porre le opinioni, i gusti, i desideri o i capricci della madre al di sopra di quelli della moglie.

Dall’altro lato, le suocere devono essere intelligenti e non criticare mai la nuora, né esprimere pareri, a meno che non vengano richiesti, sulle questioni che riguardano la vita familiare e/o matrimoniale, come l’ordine della casa, l’alimentazione e l’educazione dei figli o lo stato del rapporto di coppia.

Se una nuora non si sente amata né accettata dalla suocera, difficilmente avranno un buon rapporto. È come se si sentissero minacciate l’una dall’altra. Se il marito è sempre dalla parte della madre, la situazione diventa frustrante per la moglie.

Mariti, entrambi gli amori sono importanti: la mamma sarà sempre la mamma, e le dovrete sempre rispetto e amore. Vi ha formati, è stata la prima donna ad amarvi e continuerà a farlo in modo incondizionato. A vostra moglie, però, dovete devozione totale, cure, fervore, protezione…

Sono amori così diversi e grandi che non c’è motivo per cui debbano entrare in conflitto, e non dev’esserci neanche un paragone. Potete e dovete amare entrambe. La madre, insisto, sarà sempre la madre, ma non deve mai essere la causa perché la moglie diventi un’ex moglie.

Non esistono competizione né rivalità, si tratta di mettere ciascuna al posto che le spetta di diritto. Lavorate e impegnatevi per avere un buon matrimonio e un buon rapporto con vostra madre, ricordando sempre, però, che il matrimonio deve venire al primo posto. La moglie dev’essere la prima, anche al di sopra dei figli.

Ricordate che avete promesso liberamente davanti a Dio di amarla, servirla, proteggerla e curarla, e se fosse necessario di dare la vostra vita per lei.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni