Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Luglio |
Sant'Ignazio di Loyola
home iconCultura
line break icon

I Papi in Tv. C’è tanta voglia di conoscere queste figure

Layout 1

Ingraphic | Ingraphic

Lucandrea Massaro - pubblicato il 10/12/19

Dalla fiction ai documentari la figura dei pontefici è sempre molto scandagliata, segno che è ancora un "segno" di diversità?

Sempre più produzioni di alto livello si susseguono nel tentativo di raccontare la figura del “Papa”, segno che registi e grandi network sentono che c’è un interesse progressivo del pubblico verso una figura capace di grande attrattività, capace di dare un senso alla storia con le sue parole e i suoi gesti, e che in tantissimi (dai non cristiani ai cristiani intiepiditi) non conoscono (o non conoscono più). Naturalmente queste raffigurazioni sono le più diverse e assolutamente non tutte all’insegna della benevolenza o dell’accuratezza, ma in questo caso ci interessa sottolineare lo sforzo di produzioni come quelle di Sky – con il “Young Pope” di Sorrentino – oppure il più recente “Due Papi” di Netflix, con la regia del candidato agli Oscar Fernando Meirelles e due attori di gran calibro come Anthony Hopkins e Vincent Pryce nei panni (nientemeno!) che di Benedetto XVI e Francesco in un film che pretenderebbe verosimiglianza, ma che rischia di voler confermare lo stereotipo del “conflitto” tra le due eminenti figure.




Leggi anche:
“The Young Pope”? Una occasione persa

Ripetiamolo, non ci interessa ora capire se un film è bello o brutto o è attendibile o meno, solo il fatto che esista questa condizione, quella del pontefice emerito e di quello regnante, o di figure carismatiche o innovative ha fatto scattare l’interesse creativo del cinema. Ma è sufficiente? No, per questo ben venga dunque l’iniziativa di Rai Premium di raccontare con le ricche immagini d’archivio delle Teche Rai e dell’ausilio degli storici e di testimoni diretti, uno spaccato più autentico, veritiero, e condiviso sui pontefici del passato.




Leggi anche:
Il tempo e la storia. Bergoglio, Papa argentino

Questo progetto è L’uomo in bianco, quattro inchieste, tra memoria e attualità, prodotte da Rai Vaticano e da Rai Premium che le trasmetterà l’11, il 18, il 25 dicembre e il 1° gennaio in seconda serata, con testimonianze e immagini esclusive dei pontificati. Si comincia con il Papa del Concilio, Giovanni XXIII, in onda domani sera.

I reportage (a proposito di interesse verso le figure dei pontefici) andranno in onda dopo la riproposizione di fiction Rai dedicate ai Papi Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I e Giovanni Paolo II.

Il contesto storico e politico del pontificato di Giovanni XXIII nella ricostruzione di Alberto Melloni, storico e segretario della Fondazione Scienze Religiose di Bologna. Il suo pontificato ha aperto la Chiesa alla modernità andando oltre la bontà con la quale amiamo ricordarlo. È il Papa che, per primo, valicherà i confini del Vaticano per abbracciare il mondo intero. Dialogo, amicizia, preghiera, sono i suoi punti fermi.

“Il suo linguaggio – dice il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura – era estremamente esile, se si vuole, estremamente agevole, facile, agile ma riusciva a percorrere la sensibilità, l’ascolto del tempo”.

Così come emerge, dai ricordi del suo aiutante di camera, Guido Gusso, il tratto autentico della fede di Giovanni XXIII: “Appena diventò Papa, i curiali mi dissero che ogni volta si incontrava il Papa avrei dovuto inginocchiarmi. Così ho fatto il primo giorno. Ma il secondo giorno Papa Giovanni mi ha chiamato e mi ha portato davanti al Santissimo, in Cappella, e mi ha detto: Facciamo un patto? Tu mi baci la mano al mattino, mi dai il buongiorno. Alla sera mi baci la mano e mi dai la buonanotte. Ma se devi inginocchiarti, apri le porte della cappella e ti inginocchi davanti al Santissimo”.

Layout 1
Ingraphic | Ingraphic
Giovanni XXIII

Ecco allora che è una occasione per il credente e per gli appassionati di storia di farsi un regalo e accedere ad una conoscenza migliore, senza stereotipi o ricami, su chi siano stati alcuni dei grandi papi del ‘900.

Tags:
documentariofilmpontefici
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni