Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

3 motivi che vi aiuteranno a capire che Dio è sempre al vostro fianco

Condividi
di Sandra Estrada

A volte sentiamo dire che “Dio è in ogni luogo”, e poi cresciamo e iniziamo a sentirci a disagio di fronte a questo, al punto da dire di no, che possiamo trovare Dio solo nelle cose religiose.

Più meditiamo sui Vangeli, però, più conosciamo Gesù come un uomo che vive la realtà più comune. Circondato da pastori, agricoltori, padroni e servi, galline e lupi, vasi d’argilla, lampade, tavoli, pani, nozze e banchetti.

Gesù, da uomo che era, ha vissuto tra alberi, animali e persone. Feste, lutti, canti, notti di silenzio, banchetti di nozze e sere senza un pezzo di pane da mangiare. Quando passiamo del tempo con Gesù meditando sulla sua Parola, ci troviamo di fronte a un uomo che conosceva la sua realtà e in essa poteva trovare Dio, con la sua rivelazione incredibile, nelle cose più quotidiane.

A volte immagino come avranno guardato Gesù i dottori della legge che lo sentivano parlare di pecore senza pastore, di vicini molesti che arrivano di notte o di granelli di senape. Immagino un Gesù che non ha paura di dire di fronte a farisei e scribi che trova Dio in queste scene quotidiane, apparentemente senza senso.

1. Dio Padre ha voluto che Gesù sperimentasse una vita semplice

Come fa un Dio a nascondere le sue lezioni migliori tra le cose quotidiane? Come trova lo Spirito di Dio che agisce come il lievito nella pasta? È incredibile pensare che il Figlio di Dio abbia compreso le rivelazioni più grandi semplicemente contemplando la realtà stessa che Suo Padre gli donava.

È splendido pensare che nulla fosse troppo poco o troppo semplice per conoscerlo meglio e amarlo di più. Gesù ha capito che Dio si prendeva cura dei Suoi figli nel modo in cui i pastori trattavano le loro pecore. Ha capito che se un pastore mette al riparo dai lupi, anche Dio evita che veniamo assediati dal male. E ha capito che se un pastore cerca una pecora di un gregge di cento Dio non può non prendersi cura di noi.

Gesù ha imparato con i costruttori che si scarta la pietra angolare, la più importante, e che costruire senza progetti e strutture salde è come condurre una vita senza Dio. Gesù ha capito che le nozze erano tutto un rituale in cui non poteva mancare nulla. Che se una donna tardava ad accendere la sua lampada nessuno l’avrebbe aspettata. E che otri vecchi non sopportavano il vino nuovo.

Ha visto Maria arrivare a volte a casa per cuocere il pane, ma doveva aspettare che il lievito fermentasse perché crescesse. Ha visto Elisabetta cucire panni vecchi e nuovi e ha verificato che la cosa non andava a buon fine. E allora non dubitiamo neanche per un secondo che Dio è accanto a noi nei nostri compiti quotidiani.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni