Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

6 frasi da tenere a portata di mano quando si crescono degli adolescenti

TEENAGE GIRLS
Shutterstock
Condividi

Allevare degli adolescenti può essere una sfida, e quindi è utile avere qualche frase utile per i momenti in cui si rimane perplessi

In una recente Confessione, ho detto al sacerdote che una delle mie figlie – quella adolescente – riesce facilmente a infastidirmi. Mi ha detto: “Allora è scusata”. I sacerdoti non hanno bisogno di essere sposati e avere figli propri per capirlo. Gli adolescenti possono essere difficili da gestire, e allora ecco delle frasi che potete usare per aiutare a rendere la vita con un adolescente un po’ più semplice.

“Ecco quello che va fatto oggi”

Provate questa frase piuttosto che “Ecco cosa mi serve che tu faccia oggi”, o “Adesso fa’ questo”. Gli adolescenti vogliono essere trattati più da adulti e meno da bambini. Vogliono anche sentire di avere il controllo piuttosto che vedere un genitore che dice loro cosa fare. Dite loro ciò che va fatto e date loro lo spazio per decidere quando farlo. Ad esempio, dite “Questo va fatto prima dell’ora di cena”. In questo modo incontrerete meno resistenza, soprattutto se non possono cenare prima che il compito assegnato sia stato completato.

“Cosa pensi che dovresti fare?”

Se non si tratta di assegnare un compito ma di aiutare il vostro adolescente a risolvere le cose da sé, usate questa frase, che evita anche che vostro figlio si senta come se gli steste dicendo continuamente cosa fare.

Ad esempio, prima che le mie figlie vadano a letto è “il momento del libro”. Una volta, quando ho annunciato il momento del libro, mia figlia di 13 anni ha iniziato a piangere, perché è in un’età in cui anche le piccole cose la destabilizzano e aveva progettato di fare un gioco con le sorelle. Era arrabbiata perché non c’era abbastanza tempo. Le ho chiesto se preferiva il gioco o ascoltare La Compagnia dell’Anello e l’ho lasciata decidere. “Non vedevo l’ora di giocare. Ho impiegato molto tempo a finire i compiti. Ora non c’è tempo per il gioco”. E alla fine: “Penso che potremmo leggere”. Ha smesso di piangere perché aveva preso la decisione da sé. Per me è stato meglio che dirle ciò che avrebbe fatto, che le piacesse o meno.

“Chi ricorderà questa settimana, o perfino questo mese?”

Gli adolescenti si imbarazzano facilmente, credendo di aver per tutto il tempo gli occhi di tutti addosso. Quando ero adolescente e mi lamentavo di qualche terribile incidente che mi era capitato a scuola, mia madre mi faceva le domande che ho scritto. La risposta era inevitabilmente: “Praticamente nessuno oltre a me”. Perché? Perché chiunque altro era concentrato sui suoi imbarazzi e sulle cose strane che gli erano capitate in quella giornata. Il giorno dopo sarebbe stato diverso, e le mie cose sarebbero ormai state vecchie. Indipendentemente da quanto possa essere mortificante un evento, verrà dimenticato o sostituito dalla problematica di qualche altro disgraziato.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.