Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Le 7 brutte abitudini che forse vi complicano la vita…

Upset Woman
Shutterstock
Condividi

… e il modo migliore per rimettervi in carreggiata

4. Incoraggiare i pettegolezzi

Quando si prende un caffè tra amici si condividono spesso innumerevoli pettegolezzi su chiunque, dai conoscenti ai personaggi pubblici, a volte anche non fondati o non verificati. È il modo perfetto per alienarsi la simpatia delle persone, e condividere notizie false farà sicuramente danno.

Ricordate e mettete in pratica: A chi piace che si parli alle sue spalle, soprattutto quando si dicono cose non corrette? Aiutando a diffondere i pettegolezzi condannati da Papa Francesco si sprecheranno sicuramente delle opportunità per avere una vita sociale sana e soddisfacente. Se si prende l’abitudine di parlare delle cose positive e di rispettare la dignità e la privacy altrui, si percorrerà una strada molto migliore.

5. Rassegnarsi troppo facilmente al fallimento

Avete mai notato che il successo sembra destinato agli altri e non a voi? Per gli altri tutto è molto più semplice, grazie a una cosa che loro hanno e voi no: la fortuna. Non è forse vero che tutte quelle persone devono il loro successo al fatto di trovarsi al posto giusto nel momento giusto, circondate dalle persone giuste? È ovvio: certe persone sono fortunate, e voi non fate parte di quella cerchia.

Ricordate e mettete in pratica: Se ci pensate un attimo, non credete che il successo degli altri sia dovuto alla loro audacia, alla tenacia e all’ambizione?

6. Paragonarsi agli altri

Guardando costantemente quello che hanno gli altri e in cosa hanno successo o meno, si pensa di poter comprendere meglio il senso del proprio valore, ma questo lascia insoddisfatti di quello che si è o che si ha…

Ricordate e mettete in pratica: Fissare degli standard per se stessi basati su ciò che si vede negli altri è una cattiva idea, perché non si vede tutta la loro vita, con il bene e il male, perché non si è quelle persone. Uno dei rischi che comporta questo tipo di confronti è il fatto di non vedere i propri successi.

7. Non stabilire per sé obiettivi o scadenze

Rimanere nella propria “comfort zone” è una grande tentazione. Chi non ama sentirsi a proprio agio? La vita, poi, è già abbastanza pericolosa, perché cercare qualcosa di nuovo? Seguire una routine è confortante e rassicurante, anche quando la routine in sé può non esserlo.

Ricordate e mettete in pratica: Dentro di voi dev’esserci sicuramente cose che amate fare, avere o raggiungere. A lungo termine, non riuscirete a fare niente se non avete stabilito obiettivi e scadenze. Pensate che avete più da perdere che da guadagnare? Per non lasciare questa vita credendo di non aver provato abbastanza, rassicuratevi ricordando questo proverbio: “Quello che non viene piantato non ha alcuna possibilità di crescere”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni