Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 29 Settembre |
San Venceslao
home iconSpiritualità
line break icon

L’incertezza vi paralizza? Questa promessa è per voi!

WOLNOŚĆ

Zulmaury Saavedra/Unsplash | CC0

padre Carlos Padilla - pubblicato il 04/06/19

Spesso, quando sono triste e non riesco a uscire dal mio cuore turbato, il suo Spirito mi calma. Mi piacciono le parole di padre Josef Kentenich:

“Se nella sofferenza vediamo solo la tristezza, il dolore, non resistiamo. Dio vuole che attraverso la sofferenza ci distacchiamo dalle cose perché la nostra anima si rivolga a quello per cui è stata creata, perché voli tra le sue braccia. La sofferenza dura e abbondante deve prepararci all’unione con Dio ed educarci sempre più per Dio” [1].

La sofferenza mi lega al cielo. Mi pota come la vite, perché dia frutto. E nel mio cuore risuona con forza il mio ultimo desiderio: preferisco il Paradiso.

Non mi aggrappo a quello che perdo. Lo lascio andare. Senza tristezza. Perché il demonio vuole che resti legato alle mie angosce e alle mie paure. Vuole che non abbia pace. Vuole che perda le forze e il coraggio. Perché così sono poco efficace.

Il cuore gioioso spera di portare allegria agli uomini e non teme le difficoltà. Il cuore triste si chiude nella sua malinconia e vive senza speranza, ancorato alle sue paure. E io non voglio vivere così.

Voglio che la gioia metta fine alla tristezza che provoca in me l’Ascensione di Gesù al Cielo. Non devo temere nulla perché Egli tornerà per rimanere nella mia vita per sempre.

La sua promessa pasquale acquista nuova vita dentro di me. È necessario che parta, che salga al Cielo, per inviarmi il suo Spirito Santo che mi farà comprendere tutto e mi riempirà il cuore di pace.

A volte credo di aggrapparmi a persone, cose, routines, luoghi. Mi aggrappo alla mia casa, ai miei sogni, perché mi danno sicurezza.

La mia anima anela a possedere un posto sicuro sulla Terra. La solitudine e l’abbandono mi fanno paura. Temo di vivere senza radici.

Mi sento come quei discepoli chiusi nel cenacolo perché Gesù è asceso davanti ai loro occhi. In chi crederanno ora?

Gesù vuole che ampli il mio cuore. Vuole che il dolore mi renda più di Dio. Più libero. Più maturo. Più pieno.

Mi sento come i discepoli quando affronto le mie perdite, l’assenza degli esseri cari che sono già andati via. Sono ascesi al Cielo e hanno lasciato un vuoto infinito nella mia anima, nella mia vita. Nulla può riempirlo.

Quel dolore mi intristisce. Per questo oggi guardo Gesù cercando consolazione. E le sue parole mi riempiono di luce. Devo continuare a sperare, ma con un sorriso nell’anima.

Allontano da me i pensieri negativi e le lamentele. Preferisco il paradiso, me lo ripeto mille volte nell’anima. Ovviamente sì. Il mio cuore non si turbi guardando il cielo.

Devo solo confidare e sapere che Gesù farà tutto nuovo nella mia anima. Pulirà le mie tristezze e i miei egoismi. Mi renderà più libero.

[1] J. Kentenich, Las fuentes de la alegría sacerdotal

  • 1
  • 2
Tags:
consolazionepaurasofferenzaspirito santo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE FRANCIS
Gelsomino Del Guercio
10 tra le frasi e i gesti più discussi di Papa Francesco
2
PRAYING
Gelsomino Del Guercio
3 preghiere di guarigione per spezzare malefici e malattie
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco su Tv2000: parliamo con i nostri defunti, loro son...
5
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni