Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le sette tentazioni con cui il diavolo ha provato a piegare Madre Yvonne

Condividi

La eroica resistenza della religiosa francese, vissuta nel ‘900, morta in odore di santità. Vediamo cosa le accadde

Madre Yvonne Aimée era una religiosa agostiniana che visse a Malestroit, in Francia, dal 1927 al 1951. Considerata come eroina della resistenza, ella fu decorata a diverse riprese, e addirittura pure pubblicamente dal generale De Gaulle che le aveva il 24 giugno 1945 conferito la Croce di Guerra e il 22 luglio 1945 l’aveva fatta cavaliere della Legione d’Onore.

La sua carità senza limiti le fece curare sotto lo stesso tetto sia i feriti tedeschi, che occupavano il suo convento-ospedale, e sia quelli della Resistenza che ella nascondeva.

Il libro “Ma mère selon l’Esprit” (Mia madre secondo lo Spirito), redatto da padre Paolo Labutte (figlio spirituale di Madre Yvonne), elenca i fenomeni soprannaturali come bilocazione, stigmatizzazione, premonizioni e xenoglossalia che hanno segnato profondamente la vita di questa religiosa. La loro autenticità è stata riconosciuta da monsignor Picaud, vescovo di Bayeux e Lisieux all’epoca.

La croce

Don Marcello Stanzione in “Madre Yvonne Aimee di Gesù di Malestroit – La lotta di una suora mistica contro Satana” (Edizioni Segno) racconta la lotta che questa suora francese ha dovuto combattere contro Satana durante tutto il corso della sua vita. E’ stata una delle mistiche moderne più perseguitate dal diavolo.

il cinque luglio del 1922 il Signore le fa vedere la croce. Una croce, semplicemente con queste parole: “La vuoi portare?” E Yvonne subito ha risposto “Sì”, senza alcuna esitazione. Da allora, per lei, inizia un duro percorso segnato da più incontri con Satana.

Prima fase delle tentazioni: paura e percosse

Il demonio si mostra prima, il 22 agosto 1922, sotto forma di apparenze astiose e bestiali, per intimidirla e spaventarla. Yvonne non nasconde il suo spavento poiché la sua sensibilità ricettiva era viva. Passa ben presto alla violenza lo stesso giorno. L’ha picchiata con il bastone che era nella sua camera. Ha lacerato il suo corpo con colpi e graffi profondi; l’ha permeata di punture particolarmente dolorose. Ma lei non cede, nonostante le violenze che subisce.

Seconda fase: assalti interiori

Dal 27 ottobre 1922, l’impresa di Satana è esercitata nella psiche più intima, fino al livello spirituale. Yvonne spiega: «Il demonio mi attacca in un’altra maniera. Dopo essersi attaccato al corpo ora vuole attaccarsi all’anima». Nel luglio 1923, moltiplica le sue variazioni su questo registro.

Terza fase: l’autodiffamazione

L’interiorizzazione che conduce ad attaccare la sua psiche e quindi la verità; si accusa di aver fatto ricorso a delle manovre per farsi riconoscere come una santa. Il demonio utilizza la prudenza ecclesiastica per creare dei contrasti, delle repressioni traumatiche contro Yvonne.

Nel 1924, fu separata dal suo primo padre spirituale. Gli fu proibito l’accesso a Malestroit. Infine tra il 1928 e il 1929, l’opposizione progressiva di Madre Maddalena (la Superiora che era stata la sua prima guida a Malestroit, e che se ne era presa cura con amicizia e ammirazione) le fece lasciare la comunità. Ma le astuzie del demonio si ritorcono talvolta contro di lui come un boomerang. Privando Yvonne del suo primo padre spirituale, il padre Crété, se ne procurò un altro, più sicuro, più equilibrato per questa nuova fase: monsignor Picaud.

Quarta fase: abbandono e disperazione

Nello stesso periodo l’avversario diabolico approfitta dei tormenti della sua notte spirituale per farla precipitare in uno stato di disperazione. Si sente odiata da Dio al punto che i suoi slanci verso la trascendenza le sembrano delle bestemmie.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.