Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 23 Luglio |
Santa Brigida di Svezia
home iconFor Her
line break icon

Quali sono le 2 armi indispensabili per affrontare la vita? Il perdono e la gratitudine!

mother, son,

Pixabay

Silvana De Mari - pubblicato il 09/04/19

Se non perdoniamo, viviamo per tutta la vita stringendo al petto un nido di calabroni. Perdono e gratitudine ad ogni passo e... fai il meglio che puoi con quello che hai!

Parliamo del perdono. Il perdono ci fa vivere meglio. Perdonare non vuol dire “non mi hai fatto del male”, vuol dire che lascio andare, che non permetto al fatto che tu mi abbia fatto del male di continuare a farmi del male. Perdonare non vuole assolutamente dire rinunciare alla giustizia, al contrario, quindi la giustizia deve esserci, ma il perdono serve a noi. Se non perdoniamo, viviamo per tutta la vita stringendo al petto un nido di calabroni. E poi… “ti ho perdonato, riconosco la tua umanità, qualsiasi sia stata la tua colpa, riconosco la tua umanità e quindi anche la mia”.


girl, happy,

Leggi anche:
Portavo rancore ed ero piena di pesi, perdonare mi ha alleggerito la vita!(VIDEO)

Ci sono cose a cui non si può rinunciare; una di queste è il perdono e la seconda è la gratitudine. Con queste due armi noi riusciamo a vivere qualsiasi cosa succeda; sono i due pilastri dei tre necessari per essere sempre capitani della nostra anima. E il terzo è “fai meglio che puoi con quello che hai. Piantala di lamentarti per quello che non hai: non ce l’hai, è andata così; sfrutta al massimo quello che hai, sfrutta al massimo il tuo talento anche se magari è uno solo! Perdono e gratitudine ad ogni passo e fai il meglio che puoi con quello che hai”.




Leggi anche:
Perché lamentarsi sempre? È più intelligente cercare di essere felici!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA SILVANA DE MARI

Tags:
gratitudineperdono
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
3
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
6
Carmen Hernández
Miguel Cuartero Samperi
Carmen Hernández: a cinque anni dalla morte un passo verso gli al...
7
FUNERAL
Arcidiocesi di San Paolo
Chi chiede una Messa per un defunto è obbligato a parteciparvi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni