Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 21 Gennaio |
Sant'Agnese
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Seguite il F.I.A.T. di Maria per dire “Sì” a Dio

Esteban Murillo/Public Domain via Wikipedia

Tom Hoopes - pubblicato il 26/03/19

A sta per accettazione – decidere di accettare le conseguenze della volontà di Dio.

San Giovanni Paolo II ha sottolineato che quando Maria ha pronunciato il suo “fiat” non sapeva esattamente in cosa si stava imbarcando.

“Se al momento dell’Annunciazione Maria non conosce ancora il sacrificio che caratterizzerà la missione di Cristo, la profezia di Simeone le farà intravedere il tragico destino del Figlio. La Vergine vi si assocerà con intima partecipazione. Con la sua totale obbedienza alla volontà divina, Maria è pronta a vivere tutto ciò che l’amore divino progetta per la sua esistenza, fino alla ‘spada’ che trafiggerà la sua anima”.

Dire di sì a Dio non significa solo fare la Sua volontà oggi, ma intraprendere una strada che ci porterà in luoghi dove mai avremmo immaginato, o voluto, andare. E andarci comunque.

T sta per testimonianza – Maria è la testimone per eccellenza dell’accettazione del progetto divino.

Se tutto questo fa sembrare il “fiat” molto duro, la preghiera del Magnificat di Maria può correggere questa impressione errata. Guardando ogni passo del suo “fiat” con gratitudine, riempie tutto il processo di energia positiva.

Forza non significa prepararsi a qualcosa di spiacevole, ma abbracciare la bontà di Dio. Maria, per usare le parole del suo incontro con l’angelo, lo descrive così: “L’anima mia magnifica il Signore, e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore. Perché ha guardato l’umiltà della sua serva, d’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata”.

L’iniziativa non è un ostacolo che si deve superare per iniziare, ma la conseguenza naturale del collaborare con Dio. “Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente, e santo è il suo nome”, dice Maria. “Ha spiegato con forza la potenza del suo braccio. Ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore”.

L’accettazione non significa sforzarsi di vivere qualcosa nella sofferenza. Maria lo considera un liberarsi dalle catene: “Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote”.

La gratitudine e la testimonianza, in altri termini, cambiano tutto per Maria.

Il suo “fiat” è il nostro. Seguiamo il suo esempio.

  • 1
  • 2
Tags:
annunciazionediovergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni