Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 09 Febbraio |
Beata Giuseppina Bakhita
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Vuoi essere felice? Segui Gesù!

beautiful-beauty-blurred-background-952343

Pexels

Credere - pubblicato il 15/03/19

Gesù ci dà questa grande notizia: se vogliamo avere la pienezza di vita che il nostro cuore cerca, se vogliamo sapere qual è la via da percorrere, lui ci risponde: «Io sono la via, la verità e la vita»

di Chiara Amirante

Quante volte ci siamo resi conto che per arrivare alla contemplazione è necessario dedicarci con grande amore, impegno e dedizione alla preghiera. Nel Vangelo di questa domenica, la seconda di Quaresima, vediamo Gesù che si ritira sul Tabor con Pietro, Giacomo e Giovanni e avviene qualcosa di straordinario: si trasfigura davanti a loro.

Credo che in molti siamo in cerca della via per avere la pienezza della vita. Ciascuno di noi ha davanti a sé tante scelte da fare, vive tante insoddisfazioni, porta tanti pesi. Gesù ci dà questa grande notizia: se vogliamo avere la pienezza di vita che il nostro cuore cerca, se vogliamo sapere qual è la via da percorrere, lui ci risponde: «Io sono la via, la verità e la vita» (Giovanni 14,6).

L’evangelista Luca sottolinea un particolare importante nel brano di oggi: «Pietro e i suoi compagni erano oppressi dal sonno; tuttavia restarono svegli e videro la sua gloria» (Luca 9,32). Spesso anche noi, nel nostro piccolo, rischiamo di lasciarci prendere da una certa stanchezza spirituale, ci sentiamo oppressi e finiamo per addormentarci. È dunque importante vigilare da ogni forma di torpore spirituale per arrivare alla preghiera del cuore e poter contemplare la manifestazione della gloria di Dio, così come hanno sperimentato i tre apostoli.


WOMAN PRAYING

Leggi anche:
Per pregare bisogna prima aver incontrato Dio?

Più diventa profonda la vita di preghiera, più cresce l’attitudine a vivere sempre immersi nella dimensione della contemplazione. Pietro e i discepoli vorrebbero restare lì, piantare tre tende ma… devono presto scendere dal monte. Non c’è allora vera contemplazione che non si traduca in amore sempre più concreto verso i fratelli, e non c’è amore vero al prossimo che non ci porti a crescere nella nostra vita di preghiera: sono due ali dello stesso volo.

Immergiamoci nella più profonda contemplazione perché la gloria di Dio si manifesti nella nostra vita e nella vita dei fratelli a cui il Signore ci manda e sappiamoci inabissare poi con Gesù negli inferi dei cuori di tanti fratelli che vivono nella sofferenza e nella disperazione.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA CREDERE

Tags:
amore di diogioiatrasfigurazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Daily prayer
And today we celebrate...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
See More
Newsletter
Get Aleteia delivered to your inbox. Subscribe here.