Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“Mi ha ispirato Satana”. Polemiche per le parole dell’attore vincitore al Golden Globe

CHRISTIAN BALE
Condividi

Christian Bale, protagonista del film "Vice", ha incassato il plauso della Chiesa di Satana. I satanisti ci speculano. Ma la sua era "solo" una simpatica gag. Ecco come sono andate le cose

Polemiche sulle parole di Christian Bale, l’attore che ha vinto ai Golden Globe (gli Oscar mondiali del cinema), un riconoscimento per il suo ruolo di protagonista nel film “Vice”.

La pellicola era una biografia tragicomica dell’ex vicepresidente degli Stati Uniti Dick Cheney, e nel suo discorso Bale si è lasciato andare a uno scherzoso quanto eterodosso riferimento: «E grazie anche a Satana per avermi ispirato per questo ruolo».

Il ringraziamento è ironico su più livelli, da una parte perché di solito in questi frangenti si è soliti ringraziare Dio, dall’altra perché si torna a riferirsi alla carica luciferina di Cheney (Wired.it, 9 gennaio),

“Per noi Satana è orgoglio”

Le parole di Bale hanno fatto comunque discutere. La setta americana, Chiesa di Satana, ha colto l’occasione per elogiare l’attore. «Per noi Satana è un simbolo di orgoglio, libertà e individualismo, e serve come proiezione esterna e metaforica del nostro più elevato potenziale personale. Considerando che il talento e le abilità del signor Bale lo hanno portato a vincere il premio, il ringraziamento è adeguato. Ave Christian, Ave Satana!», si legge sull’account ufficiale sui profilo twitter della Chiesa di Satana (Agi, 8 gennaio).

La figlia di Cheney

La figlia del politico protagonista della pellicola, Liz Cheney, ha replicato duramente via social media condividendo un articolo del 2008 in cui si riportava la notizia dell’arresto dell’attore per aver aggredito la madre e la sorella, aggiungendo: «Satana probabilmente lo ha ispirato anche nel fare questo». Va precisato che Bale non è però mai stato incriminato e inoltre sembra che la presunta aggressione non sia mai realmente avvenuta e che all’epoca dei fatti la polizia intervenne solo in seguito alle segnalazioni di alcune grida.

“Un vero insulto”

Durante la trasmissione Fox & Friends, sull’emittente Fox Tv è andato poi in onda un segmento intitolato “Hollywood Hate” in cui il conduttore Brian Kilmeade ha commentato il riferimento al demonio e ha preso le difese di Cheney: «Si è trattato semplicemente di un vero insulto nei confronti di una persona che ha trascorso la sua intera vita a servizio degli altri, da segretario alla difesa a capo di stato maggiore, fino a vice-presidente degli Stati Uniti. Mette in cattiva luce specialmente Bush, Condoleeza Rice, e Donald Rumsfeld» (Movie Player, 8 gennaio).

Tutto questo polverone si è sollevato per aver citato Satana, simbolo del male, e averlo paragonato, in sostanza, all’ex vicepresidente degli Stati Uniti. Nessun elogio al satanismo e al diavolo. I satanisti se ne facessero una ragione.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni