Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La storia di Ingrid: dono prezioso per i 4 figli e le 2 nipotine rimaste orfane

Condividi

La sala operatoria aspetta Ingrid per il suo quarto cesareo. "Andrà tutto bene Paola, non ti devi preoccupare." Certo, deve andare tutto bene! Ci sono sei bambini che l'aspettano!

Oggi sono un pò in pena!
In questi mesi ho incontrato Ingrid una sola volta nella quale lei ha deciso di far nascere, nonostante tutto, il suo quarto bambino, continuando poi a sentirci telefonicamente con grande affetto reciproco.
Il “nonostante tutto” è la sua difficile storia: ha 28 anni, i suoi tre figli, che diventeranno quattro, più due nipotine che hanno perso la mamma.

Il marito è stato un pò birichino e per un periodo si è allontanato dalla famiglia, procurandole un forte dispiacere.
Ora è tornato e le cose sembrano andare bene.
Ingrid ha lo sfratto esecutivo perché, mentre era da sola, non è riuscita a pagare l’affitto.
Naturalmente non ha un lavoro fisso, ma si industria con fantasia per addobbare allegramente le case dove si tengono feste di qualunque tipo.

E’ riuscita a sopravvivere.

Quando ha accettato di portare avanti la quarta gravidanza le ho ripetuto la frase che ogni tanto rivolgo alle mamme più disponibili all’allegria: “A Milano si dice che ogni bambino nasce con il suo panierino”.
Perplessa mi guarda: “Cos’è il panierino?”.
Spiegandoglielo affermo anche: “Nel panierino del suo bambino ci saranno tante cose belle, ne sono sicura!”

Così sono riuscita ad ottenere dal Fondo Cà Granda, che ringrazio con tutto il cuore, un grande appartamento per lei e suo marito, i suoi 3/4 figli, le due nipotine, per le quali ora è la mamma, la sua buona suocera e il cognato rimasto vedovo.
L’affitto di questa grande casa, completamente ristrutturata, è molto ridotto, tanto che probabilmente riusciranno a pagarlo da soli.
Perchè allora mi sento in pena?

Domani mattina, mercoledì, Ingrid entrerà in sala operatoria per il suo quarto cesareo a cui si è sottoposta negli ultimi otto anni, e l’ultimo è solo di un anno e mezzo fa.
Il mio cuore è con lei e desidererei tanto che tutto fosse già passato.
Ingrid sente la mia preoccupazione e spesso mi dice: “Andrà tutto bene Paola, non ti devi preoccupare.”
Certo, deve andare tutto bene!
Ci sono sei bambini che l’aspettano, in forze e piena della sua presenza gioiosa.
Ti abbraccio forte Ingrid, sei stata un dono prezioso!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.