Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 16 Maggio |
Ascensione
home iconChiesa
line break icon

Lo scontro tra vescovo e Familia Christi culmina con il commissariamento (VIDEO)

Creative Commons

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 05/12/18

Ricostruiamo cosa è accaduto da febbraio ad oggi tra il vescovo di Ferrara, il Vaticano e la Società di Vita Apostolica considerata "tradizionalista"

Il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il cardinale Luis Ladaria Ferrer, ha commissariato la Fraternità sacerdotale della Familia Christi a Ferrara – arrivata da Roma nel settembre 2016 e formata da una quindicina tra preti e seminaristi – inviando come «commissario plenipotenziario delegato della Santa Sede», il vescovo ausiliare di Roma, il gesuita monsignor Daniele Libanori, di origini ferraresi.

L’approvazione di monsignor Negri

La Società di vita apostolica di Diritto diocesano era stata approvata nel 2016 dall’allora vescovo di Ferrara, monsignor Luigi Negri. La decisione del commissariamento è stata assunta in seguito alla visita canonica effettuata, in diversi step, tra febbraio e settembre di quest’anno (La Stampa, 4 dicembre).

FAMILIA CHRISTI
FACEBOOK I Mons. Giuseppe Canovai e l'Opera Familia Christi

La visita canonica

L’obiettivo della visita, richiesta dalla curia guidata da monsignor Giancarlo Perego, è stato di verificare, in particolare, il discernimento delle vocazioni, la formazione, la vita comunitaria e la vita spirituale.

«L’esito – spiegano dalla curia di Ferrara – sarà comunicato con un decreto da cui dipenderà la futura attività della Fraternità Sacerdotale della Familia Christi» (La Nuova Ferrara, 26 maggio 2018).


POPE PAUL VI AND REVEREND MARCEL-FRANÇOIS LEFEBVRE

Leggi anche:
“Santità, io non sono il capo dei tradizionalisti”. “Lei ha aggravato la crisi della Chiesa”

Tre compiti

Il decreto è arrivato l’1 dicembre 2018 con la pesante notizia del commissariamento. Ora Monsignor Libanori, come si legge nel documento del Vaticano, sarà chiamato a tre compiti specifici: assumere il governo della fraternità sacerdotale della Familia Christi, in sostituzione del superiore e del consiglio generale durante il periodo del commissariamento che non ha una scadenza stabilita; verificare la fondatezza degli elementi e delle conclusioni emersi dalla visita canonica alla medesima società; determinare, in collaborazione con la pontificia commissione Ecclesia Dei, eventuali futuri percorsi per la Familia Christi.

Secondo il Faro di Roma (5 dicembre) la messa in latino (messa tradentina) praticata dalla fraternità di ispirazione tradizionalista, sarebbe stata tra i principali motivi che hanno determinato lo scontro con vescovo e Vaticano.




Leggi anche:
Grazie Papa Francesco, hai sconfessato le ideologie progressiste e tradizionaliste

La lettera

Sul quotidiano ferrarese estense. com (7 febbraio), la lettera di un fedele che aderiva alla fraternità, spiegava che Familia Christi era stata trasferita dalla chiesa di Santa Maria in Vado (a partire dall’ 1 luglio 2018) alla Chiesa di Santa Chiara, sempre a Ferrara, ma anche in quest’ultima chiesa «che era stata temporaneamente assegnata loro in attesa di una nuova e più congrua collocazione, che non è mai arrivata», alla fraternità è stato proibito di celebrare messa. Segno ormai di uno scontro con la Curia ferrarese (e il Vaticano) che ne aveva logorato i rapporti.




Leggi anche:
A proposito dell’“ideologia tradizionalista” di cui parla il Papa

Tags:
familia christivaticano
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni