Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconNews
line break icon

Asia Bibi: la Corte pospone il verdetto

© public domain

Aiuto alla Chiesa che Soffre - pubblicato il 08/10/18

Sindhu ad ACS «C’è grande fiducia, confidiamo prendano tempo per trasferirla prima che sia annunciata l'assoluzione»

«L’udienza si è conclusa, ora attendiamo fiduciosi il verdetto della corte», così Saif ul-Malook, avvocato di Asia Bibi, commenta ad Aiuto alla Chiesa che Soffre al termine dell’udienza decisiva Asia Bibi contro lo Stato del Pakistan.

Il presidente della Corte Suprema Mian Saqib Nisar, e i giudici Asif Saeed Khosa e Justice Mazhar Alam Khan Miankhel, si sono ritirati per deliberare dopo un’udienza durata oltre 3 ore e mezza. «Assieme agli altri tre difensori di Asia – racconta Maloof ad ACS – abbiamo sottolineato come le prove a carico della donna fossero insufficienti. Il caso è montato su una accusa di blasfemia denunciata da un imam locale che non ha assistito al diverbio tra Asia e le sue colleghe musulmane durante il quale la donna cristiana avrebbe commesso blasfemia. Inoltre, abbiamo fatto notare ai giudici come il capo della polizia di Ittanwali, vicino a dove è accaduto il fatto, non ha profuso sufficienti sforzi per verificare le accuse».


ASIA BIBI

Leggi anche:
L’appello lacerante di Asia Bibi: “Pregate per me e digiunate con me”

Ora la corte si è ritirata per deliberare. Il verdetto verrà emesso nei prossimi giorni, secondo quanto riferiscono fonti locali ad ACS forse già tra stasera e domani mattina.

«Il fatto che non si siano espressi immediatamente fa ben sperare» dichiara ad ACS Thair Khalil Sindhu, già ministro per i diritti umani e per gli affari delle minoranze della provincia pachistana del Punjab e membro del collegio difensivo di Asia Bibi durante il processo di appello parlamentare dell’assemblea del Punjab. Khalil Sindhu, oggi parlamentare del Punjab, era presente stamattina all’udienza ad Islamabad. «Vi è un’alta probabilità che la corte abbia posticipato l’emissione del verdetto perché ha intenzione di prosciogliere Asia. Vogliamo sperare che intendano organizzare il trasferimento della donna dalla prigione di Multan in un luogo sicuro. I fondamentalisti sono già pronti ad ucciderla».

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
asia bibi
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni