Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Perché Dio ci ha dato il potere del libero arbitrio?

PODEJMOWANIE DECYZJI
Ashley Batz/Unsplash | CC0
Condividi
di Brenton Cordeiro

Uno dei doni più grandi con cui Dio ci ha benedetti è quello della libertà. La libertà ci permette di scegliere le nostre azioni e ci dimostra che non siamo legati a qualche progetto prestabilito per la nostra vita. Dio ci ha fatto questo dono come parte della dignità che ha elargito agli esseri umani perché potessero essere i padroni delle loro azioni.

Il fatto che abbiamo la libertà non significa che possiamo farne ciò che ne vogliamo “a patto di non far male a nessuno”. Questo significa trasformare il senso della verità. Visto che abbiamo il controllo delle nostre azioni, ne siamo responsabili. Non è una questione che la Chiesa cerchi di “interferire” nella nostra vita con regole o limitazioni alla libertà. Piuttosto, dal grande potere deriva una grande responsabilità.

La libertà è il potere di fare ciò che dovremmo fare, il che non è sempre quello che vorremmo fare. Alla base di tutto, Dio ci ha dato la libertà perché solo in questa possiamo sceglierlo come Signore e amore della nostra vita e raggiungere la perfezione per la quale ci ha creati attraverso la lealtà nei suoi confronti.

Mi sono sentito ispirato a scrivere questo post perché per molti anni ho vissuto in un falso senso di libertà. Una volta che ho capito il significato dietro l’autentica libertà nella mia vita, la mia esistenza è cambiata e ho sentito il bisogno di condividere questa verità con chiunque sia disposto ad ascoltare.

Il libero arbitrio modella la nostra vita. Possiamo usarlo per quello per cui è inteso, ovvero indirizzare la nostra vita a Dio, o snaturare questa benedizione nella nostra vita intendendolo come una licenza di fare tutto ciò che ci è gradito, anche se sappiamo che si tratta di cose sbagliate.

La cattiva notizia è che la nostra libertà è stata danneggiata dal peccato. È per questo che spesso lottiamo tra scegliere di fare ciò che sappiamo che è giusto e l’alternativa, che ci afferra e ci attira verso qualcosa che non vogliamo necessariamente fare. So che nel mio caso questa lotta è reale. C’è una serie di modelli di comportamento non sani nella mia vita che hanno più controllo su di me di quanto io ne abbia su di loro, portandomi a dire “Sì” a cose alle quali vorrei davvero poter dire “No”.

La buona notizia è che attraverso Cristo ciascuno di noi ha a disposizione la grazia per combattere e sforzarsi di raggiungere un livello sempre più profondo di libertà nella propria vita. È parte del motivo per cui Gesù è venuto nel mondo per morire per noi. San Paolo scrive che è per libertà che Cristo ci ha liberati (Galati 5, 1). La libertà è un mezzo per raggiungere l’eccellenza umana, la felicità autentica, e ci porta alla realizzazione del nostro destino, che per noi come figli e figlie di Dio significa procedere sulla via della santità personale e della salvezza della nostra anima.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni