Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 10 Dicembre |
Sant'Eulalia
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Assurdo in Inghilterra: da ora è vietato protestare contro l’aborto

ANTI-ABORTION PROTEST IN DUBLIN

Szymon Barylski / NurPhoto / AFP

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 11/07/18

Sentenza della Corte Suprema. Bavaglio agli attivisti Pro Life che organizzano sit in davanti a cliniche per le interruzioni di gravidanza

La Corte suprema inglese, ha confermato il divieto di organizzare veglie di preghiera dinanzi all’ingresso delle cliniche abortiste.

Il divieto era stato già emesso in prima istanza dal consiglio comunale del distretto di Ealing, Londra, per disperdere i manifestanti davanti all’ospedale “Marie Stopes” e creare attorno alla struttura una sorta di “zona di esclusione”di almeno cento metri.

La notizia è stata diffusa dalCatholic Herald (2 luglio) e rilanciata da Corrispondenza Romana (4 luglio).




Leggi anche:
Madre di 5 gemelli rifiuta l’aborto selettivo: “Li amavo già tutti”

Evitare il “contatto”

Il provvedimento è stato voluto, per impedire alle donne, che abbiano scelto di interrompere la propria gravidanza, di entrare in contatto coi volontari dei gruppi pro-life, perchè potrebbero distoglierle dal loro proposito e convincerle ad accogliere la vita, che accolgono in grembo.

La storia di Alina

Insomma, chi si batte contro l’aborto, a Londra, è uno spettro da evitare! Eppure, riporta In Terris (10 luglio), grazie alla sensibilizzazione delle associazioni pro life, ci sono storie come quella della 34enne, Alina Dulgheriu, che hanno avuto un lieto fine.

“Sono rattristata e scioccata”

Ad Alina è stato offerto aiuto finanziario e morale, oltre ad un alloggio, e che avendo accettato l’offerta dei pro-life oggi è madre di una «bellissima» figlia di 6 anni. La donna ha così commentato la sentenza della Corte: «Sono rattristata e scioccata dal fatto che la Corte abbia sostenuto una misura che impedisce alle persone buone di dare aiuto alle madri che lo desiderano disperatamente».

Come riferisce il Catholic Herald, la madre sta valutando di fare ricorso contro la sentenza «per il bene delle donne vulnerabili e il futuro delle nostre libertà fondamentali».


BAMBINA, NEONATO, NASCITA

Leggi anche:
Una diagnosi infausta, lo spettro dell’aborto e invece: è nata Greta, sana e vivace

“Duro colpo per i diritti umani”

Le fa eco Elizabeth Howard, portavoce della campagna pro-life Be Here for Me, la quale ha dichiarato: «Questa decisione è un duro colpo per la libertà di parola e per i diritti umani in questo Paese. Ma la lotta per i diritti umani non è mai stata facile. E continueremo a fare del nostro meglio per raggiungere quelle donne che sentono di non avere altra scelta che un aborto che non vogliono».

Del resto – ha annunciato la Howard – «questa decisione non è certamente la fine della testimonianza pro-vita in questo Paese».


AMALIA GRANATA

Leggi anche:
Giornalista argentina si oppone all’aborto e viene cacciata dal canale televisivo per cui lavora

Tags:
abortoinghilterra
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni