Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 01 Marzo |
Beata Giovanna Maria Bonomo
home iconSpiritualità
line break icon

Mi sta guardando, ne sono certo

OSCAR WILDE

BritFlicks.com | Youtube

padre Carlos Padilla - pubblicato il 23/05/18

Una bellissima riflessione davanti alla morte per comprendere che l'amore è eterno

Quanto è difficile congedarsi dalle persone che amiamo! Si lacera qualcosa, com’è successo ai discepoli di Gesù all’Ascensione. Come capita a me quando non tocco più con le mie mani il suo volto.

So che il dolore di adesso fa parte della gioia di allora, e quest’ultima dà forza e luce ora, nei momenti più duri.

Quando il cuore piange è perché ha amato, ha voluto trattenere e ha sognato.

E io ho amato. E ricordo. Ho cercato di trattenere la vita. Perché ho amato. Non un anno, molti di più. E ora l’assenza mi fa male con un dolore secco, profondo. Il cuore è spezzato, lacerato. Il vaso di argilla della mia anima va in mille pezzi.

Mi sento pieno e vuoto, triste e allegro allo stesso tempo.

C’è una canzone di Paco Bello che mi parla dell’assenza, No sabes cuánto te he querido (Non sai quanto ti ho amato):

“Non sai quanto ti ho amato, dimenticarti è impossibile, ora devo imparare a non nominarti con gli occhi più che con la bocca. Hai cambiato il mio modo di guardare, hai cambiato il senso delle strade, camminare senza di te non è veramente camminare. Non morirò, ma vedrai che non saprò schivare i venti che ti nominano. Non mi stancherò di pensare che sei al mio fianco, ma non come un’ombra. E non sai che cucino ancora per te. E non sai che disegno il tuo profilo con le frasi che ti ho scritto tempo fa, con le frasi che ora scoppiano accanto a me”.

Le parole sono rivolte a un amore che non esiste più. Parlano dell’assenza della persona amata. Le sue parole mi commuovono. Nell’assenza, di fronte alla morte, non riesco a non nominare più chi ho amato. Il vento mi ripete il suo nome.

Non so mettere a tacere il mio pianto, né la mia voce. Non so spegnere il mio grido né dimenticare il mio dolore. E non so schivare i venti che la nominano.

È al mio fianco, ma non come un’ombra. La sua presenza è ancora più reale e riempie tutti i miei vuoti, facendomi ricordare in ogni momento che è con me. Ogni abbraccio e ogni bacio. Ogni parola e ogni silenzio. Ogni sorriso e ogni sguardo. Ogni ricordo sacro.

Voglio conservare inciso nella pelle, nell’anima, nel più profondo, tutto ciò per cui ora piango e che desidero.

E conservo nascosto nelle pieghe del mio cuore ogni sguardo complice, ogni abbraccio furtivo, ogni parola detta che ne conteneva mille altre.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
figlimadrimorte
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Gelsomino Del Guercio
Natuzza Evolo e gli angeli: “Li vedo come bambini pieni di luce e...
7
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni