Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
For Her

Canta che ti passa. Un modo di dire che rivela una cura antica per l'anima e il corpo

WOMAN, MUSIC, GRASS

Shutterstock

BenEssere - pubblicato il 20/03/18

Secondo gli studi, la struttura ordinata degli spartiti aiuta la mente a sviluppare meglio le proprie funzioni cognitive. Il ritmo e le note consentono di superare tante difficoltà interiori e di combattere lo stress...

di Dario Benatti

musicoterapeuta presso l’équipe Arico (Associazione per la riabilitazione dei comatosi)

La malattia, i problemi di salute, il disagio esistenziale e, in generale, gli stati in cui la persona vive nel malessere, possono avere cause molto diverse, distinguibili in due grandi categorie, quelle che hanno origine esterna (mi sono fatto male in un incidente, sono stato colpito da un virus…) e quelle che, invece, vengono, in vario modo, originate all’interno, prodotte, o almeno coltivate e alimentate da noi stessi.

Fanno parte di questo grande insieme la quasi totalità delle problematiche psicosomatiche, molte delle difficoltà psicologiche e neuropsicologiche e, ancora di più, quelle che nascono nello stress. La musicoterapia, come altre discipline che si occupano di relazioni d’aiuto, è utile al miglioramento di molte di queste situazioni problematiche. Alcune tecniche, usate soprattutto in Oriente, usano vibrazione, suono, musica, come mezzo curativo, una specie di farmaco. Ne sono un esempio le terapie con le campane tibetane o il canto terapeutico dei bija mantra.

Anche da noi, più recentemente, si cerca di usare la musica, la sua struttura ordinata, per aiutare la mente a sviluppare meglio le proprie funzioni cognitive. Ma la maggior parte delle metodiche della musicoterapia moderna, almeno in Occidente, più che un’azione curativa diretta, hanno la principale finalità di facilitare un processo di auto-aiuto, con lo sviluppo di risorse personali per il cambiamento. Come? La persona non fruisce “passivamente” degli effettidel suono, ma è invitata a vivere la musica da protagonista, con ascolto attivo di brani scelti, suonando assieme al terapeuta o in gruppo, improvvisando, cantando, danzando, dialogando con i suoni.

Questo, ed è basilare per l’obiettivo terapeutico, è fatto in modo che le varie attività non abbiano solo una funzione di piacere, come nell’uso abituale della musica, ma che facilitino e sviluppino nei presenti le proprie capacità espressive, creative, cognitive e psicomotorie.

Perché funziona? Al di là delle modalità specifiche, tutti noi sappiamo quanto la musica possa essere benefica. Come mai? La prima, fondamentale, ragione è data dal vissuto dei suoni che ognuno di noi ha avuto al principio della propria vita e che, quindi, fanno parte delle esperienze e degli imprinting primari.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
benesseremalattiamusica
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni