Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

I sorprendenti benefici fisici del Rosario…

Condividi

Abbassamento del ritmo respiratorio, diminuzione della pressione, meno radicali liberi nel sangue, muscolo cardiaco più in salute. Un farmaco? Sì, la preghiera

Pregare fa bene. Pregare il Rosario in particolare darebbe dei vantaggi al sistema cardiovascolare, alla pressione, al cuore insomma, non soltanto (mica poco eh) all’anima di chi lo recita. A confermarlo non è il parroco di qualche chiesetta o la signora Maria che sta sempre al primo banco tutti i pomeriggi prima della Messa delle 18, ma il dottor Luciano Bernardi, Università di Helsinki che sostiene come il Santo Rosario, e in particolare la sua recitazione in latino, abbia effetti di grande beneficio per il muscolo cardiaco. Addirittura meglio dei mantra buddhisti (ditelo ai vostri amici scettici col cattolicesimo)! Una ragione in più per pregare tutti i giorni…

Ma è la scienza tutta che ha bisogno di ritrovare un filo con il pensiero religioso, non soltanto per la reciproca comprensione e per le suggestioni che mutualmente possono influire sull’elaborazione tanto delle cosiddette “scienze dure” quanto della teologia, ma anche per una ricostruzione di senso. La scienza fa progredire la comprensione del  “come” ma proprio la sua velocità, fa smarrire il senso del “perché“.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni