Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

La bevanda alcolica che è anche migliore del vino

Shutterstock
Condividi

Fa così bene che è praticamente una medicina!

Sembra che ogni giorno salti fuori un nuovo articolo che loda i benefici del vino rosso (o di quello bianco, o del vino in generale). Tutti i miei amici condividono queste notizie, e ad essere onesta mi sento un po’ tagliata fuori. Non è che non mi piaccia il vino, ma la mia idea di una bevanda per festeggiare è il whisky, e non si vedono mai articoli che sottolineano i benefici del whisky.

Finora. MSN ha infatti iniziato il 2018 con un articolo su come il whisky sia benefico quanto il vino rosso, o addirittura di più:

In un intervento alla conferenza EuroMedLab del 2005, il dottor Jim Swan, consulente per l’industria del drink, ha riferito che il whisky contiene più acido ellagico (un antiossidante che combatte i radicali liberi) del vino rosso. “Si è parlato molto dei benefici per la salute degli antiossidanti contenuti nel vino rosso, mentre si è detto molto poco della scienza di distillazione del whisky di malto”, ha affermato.

“Ad ogni modo, la ricerca ha mostrato che ci sono benefici ancor maggiori per la gente che beve whisky di malto singolo. Perché? Il whisky di malto singolo ha più acido ellagico del vino rosso”.

Ok, la ricerca del dottor Swan potrebbe essere un po’ parziale, ma ci sono molti altri studi che provano che il whisky fa bene a tutto, dal curare il comune raffreddore a prevenire le ischemie… e la notizia migliore è che il whisky è un’ottima scelta per chiunque (eccetto i bambini, ovviamente).

Si sa che il whisky migliora notevolmente la capacità del corpo di regolare insulina e glucosio, il che lo rende la scelta ideale per i diabetici. Aiuta anche a prevenire la demenza, stimola il sistema immunitario e aiuta se si vuole perdere peso.

Quest’ultimo aspetto deriva soprattutto dal fatto che il whisky è privo di zuccheri, e questa è una delle ragioni per le quali è il mio preferito. Anche solo un bicchiere di vino tende a darmi il mal di testa, mentre più di uno mi costringe a ricorrere all’ibuprofene.

Il whisky non ha mai questo effetto, il che potrebbe derivare dal basso contenuto di zuccheri o dalla mancanza di tannino (P.S.: tutto ciò che so sul vino l’ho imparato da Sideways). Personalmente credo che sia proprio la mancanza di tannino, perché il vero motivo per cui il whisky è il mio preferito è che si sposa alla perfezione con il cioccolato.

Non sto scherzando! Whisky e cioccolato è la combinazione migliore che esista. È così buona che non mi piace neanche bere whisky a meno che non mangi allo stesso tempo del cioccolato (mi piace comunque mangiare cioccolato indipendentemente da quello bevo…)

Immagino che potreste dire che il potere di far perdere peso del whisky viene annullato dall’ingestione di una grande quantità di cioccolato, ma sto comunque stimolando il mio sistema immunitario e prevenendo la demenza. E allora via con un bel bicchiere di whisky!

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni