Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconFor Her
line break icon

Yoga o meditazione? Anche no

Photo Courtesy of Soul Camp

Photo Courtesy of Soul Camp

MIENMIUAIF - MIA MOGLIE ED IO - pubblicato il 24/01/18

"Anche lo Yoga, come la meditazione, non è solo una ginnastica o una tecnica di rilassamento. Magari ci sono gradi diversi, a seconda di come lo propongono, ma perché perda le componenti che lo legano alla visione del mondo in cui nasce ce ne passa… ".

Lettere a una moglie #2 (ovvero l’esodo del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif) di Giuseppe Signorin

Finalmente uno che lo ammette, amore mio: Yoga e compagnia bella non sono solo ginnastica. Non eravamo d’accordo quasi su niente, ma ho apprezzato tantissimo l’onestà del nostro nuovo amico Fritz, praticissimo di queste cose, quando le ha circoscritte al loro vero ambito – religioso, spirituale -, mentre di solito circolano a riguardo un sacco di sciocchezze. Prima dell’inizio del cammino di conversione ero stato a un corso di meditazione trascendentale. C’erano centinaia di persone, molti giovani. Il primo incontro in una scuola. La meditazione trascendentale veniva presentata come una tecnica di rilassamento, qualcosa che ti faceva stare meglio, perché ripetere dei suoni nel modo in cui ci avrebbero insegnato aveva tutta una serie di benefici e bla bla bla. Poi però ti sottoponevano a un rito, una specie di battesimo, e ti introducevano a una filosofia/religione per cui alla fine dovevi convincerti che il reale in realtà non esiste, ma è dentro la tua mente. E bla bla bla. Nel frattempo, scoprivi che i suoni ripetuti erano delle preghiere a Shiva. Olé.

Che c’entrava Shiva? Boh. Come se mia nonna, ai tempi d’oro, con lo scopo di evangelizzare, avesse messo in moto tutto un business spiegando che stare inginocchiati davanti al Santissimo rafforza cosce e glutei. Perché in effetti è vero: la genuflessione è pur sempre una flessione. Anche lo Yoga, come la meditazione, non è solo una ginnastica o una tecnica di rilassamento. Magari ci sono gradi diversi, a seconda di come lo propongono, ma perché perda le componenti che lo legano alla visione del mondo in cui nasce ce ne passa… Non so neanche se sia possibile che pratiche così impregnate della religione a cui appartengono possano liberarsene del tutto ed essere adatte ai cristiani. Yoga, chakra, risvegliare le energie interiori. E bla bla bla. Dubito fortemente che esercizi così imbevuti di tutto un armamentario induista o buddista ne possano prescindere. Ma fare un po’ di stretching, pare brutto? Qualche corsetta? Nuoto? Ginnastica posturale? Tennis? Lavorare all’uncinetto? Mia nonna ci combatteva l’artrite.




Leggi anche:
Lo yoga è compatibile con il cristianesimo?

Ora, se uno non è credente, faccia quello che gli pare. Ognuno è libero. Ma almeno sappia cosa sta facendo. Perché ce le propongono come tecniche neutre, e invece neutre non lo sono. Un cristiano però deve essere più categorico: vade retro Yoga e compagnia bella, tutte queste cose ormai disseminate ovunque – palestre, scuole, aziende, pure negli ospedali (obbligatori nei corsi pre-parto). Li aspetto al varco nelle toilette pubbliche: sicuramente possono servire anche lì. (Mi è stato chiesto di recente di recensire un libro sui chakra della poesia… wow). Un cristiano deve rispettare tutte le persone, ci mancherebbe, ma è bene che tenga le distanze da questa invasione di altre religioni camuffate da fitness.

Abbiamo secoli di spiritualità alle spalle, la nostra grande colpa è non saperle valorizzare e non proporle al mondo di oggi, assetato come non mai. Noi due, purtroppo, ci siamo passati come pesci lessi, in mezzo a tutta questa serie di tecniche tanto in voga, ma poi Qualcuno ci ha ripescati e siamo finalmente approdati al meglio: Gesù Cristo. Gesù Cristo è il meglio. È medico e medicina. Non tornerei mai indietro. Niente inganni con Gesù Cristo. Gesù Cristo salva. Anche da tutte queste pratiche in apparenza innocue. Perché quello che non dicono a questi corsi è che molti, assuefatti da posizioni del loto, aperture di chakra e lodi a Shiva, magari in seguito a qualche viaggio mistico in India e zone limitrofe, iniziano a non sentirsi tanto bene. Sono più di quanto non si pensi – fra cui il sottoscritto e mio cugino (non quello della canzone di Elio e le storie tese) -, persone deluse e danneggiate da quest’ondata mistico-magica-atletica che solo un serio percorso di “disintossicazione” spirituale è in grado di rimettere in sesto. Perché il discorso che tutto è nella tua mente e bla bla bla è una pagliacciata colossale, ma ti si incrosta così tanto nella materia grigia già formata male di noi occidentali 2.0, che poi quello di sotto ci va a nozze.


YOGA PREGHIERA CRISTIANI

Leggi anche:
I cristiani possono pregare usando le posture e le posizioni yoga?

Grazie a Dio i Mienmiuaif hanno scoperto e sperimentano quotidianamente tecniche collaudate, senza effetti collaterali. Le nostre passeggiatine sgranocchiando il Rosario tengono vivo il rapporto con Dio e con il terreno che sta sotto i nostri piedi. Non rischiamo di perdere il contatto con il Cielo, né con la terra. In certi periodi c’è bisogno di un allenamento maggiore? Vai di pellegrinaggio: lunghe camminate, salite sui monti, scalinate infinite da percorrere. Neanche Zdenek Zeman teneva così tanto sotto torchio i suoi giocatori. Diamoci dentro e se ci parlano di Yoga e meditazioni varie, “anche no”. Che Dio ci aiuti ad arginare tutta questa mistica del fitness e bla bla bla e a proporre valide alternative. Ti amo.

Lettera ispirata a questa intervista di Papa Benedetto XVI

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
diavolomeditazionetestimonianze di vita e di fedeyoga
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni