Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 16 Giugno |
Beato Clemente Vismara
home iconNews
line break icon

La suora che lotta contro la dipendenza da smartphone dei bambini

Syda Productions | Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Italia - pubblicato il 12/01/18

“Noi, dalla parte dei bambini”

«Apple ha sempre protetto i bambini», ha precisato ancora l’azienda di Cupertino, «e lavoriamo sodo per creare prodotti potenti che ispirino, intrattengano ed educhino i bambini e aiutino i genitori a proteggerli online. Siamo all’avanguardia nel settore grazie all’offerta di controlli parentali intuitivi integrati nel sistema operativo. Con i dispositivi iOS di oggi, i genitori hanno la possibilità di controllare e limitare l’accesso a contenuti tra cui app, film, siti web, canzoni e libri, così come i dati cellulari, le impostazioni della password e altre funzionalità. Di fatto, qualsiasi cosa un bambino possa scaricare o raggiungere online, può essere facilmente bloccata o limitata da un genitore».




Leggi anche:
Smartphone e tablet, “eroina digitale” per i nostri figli?

Come i genitori possono limitare i figli piccoli

I controlli parentali di Apple si chiamano “restrizioni’ si possono su Impostazioni >Generali>Restrizioni e per cambiare i parametri bisogna inserire una password. Cosa si può limitare ai più piccoli? Per esempio l’installazione e la cancellazione di App, gli acquisti in-app, l’uso libero di Safari, o dei contenuti specifici. Ci sono poi impostazioni come “non disturbare alla guida”, dati cellulare e provider TV. Ma non solo.

La condivisione “in famiglia” degli acquisti on line

Altre funzionalità disponibili sono: la condivisione “in famiglia” per condividere (e controllare) gli acquisti di iTunes, iBooks e App Store, un piano per la famiglia di Apple Music e un piano di archiviazione iCloud. Allo stesso modo una famiglia può condividere un album fotografico e un calendario, con il controllo di un adulto che sceglie il contenuto e i contenuti da condividere.

Con la funzione “Chiedi di acquistare” e con l’opzione di condivisione “In famiglia”, ogni volta che un bambino avvia un nuovo acquisto o un download gratuito, viene inviata una richiesta all’adulto della famiglia (La Repubblica, 9 gennaio).

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
applebambinidipendenzesmartphonesuora
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
6
POWELL BROTHERS
Sarah Robsdotter
Il video di un bambino che canta al fratellino Down diventa viral...
7
Aleteia
Chi sorride così al momento della morte?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni