Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

Un aiuto per l’omelia della domenica? Ve lo dà Clerus App. Ecco come scaricarla

L'Osservatore Romano Photographic Service
Condividi

Alcune cose da sapere prima di utilizzare l'applicazione destinata ai sacerdoti ma non solo

Un’applicazione destinata a parroci e sacerdoti che offre suggerimenti, meditazioni e commenti sulla Parola di Dio della liturgia domenicale da poter utilizzare poi per le proprie omelie.

Stiamo parlando di Clerus App, la nuova app lanciata dal Vaticano.

«È un ulteriore strumento per essere vicini ai sacerdoti», spiega a Vatican Insider monsignor Andrea Ripa, sottosegretario della Congregazione per il Clero, il Dicastero che ha lanciato l’applicazione in collaborazione con la Segreteria per la Comunicazione. «In realtà è la prosecuzione di un servizio che la Congregazione offre da anni tramite il sito e una newsletter. L’App è semplicemente un mezzo di comunicazione più immediato per i destinatari rispetto ad una mail».

Nessuna volontà, dunque, di “insegnare” ai preti come fare le loro omelie né di indirizzarne o programmarne i contenuti. «Ma no!», sorride Ripa, «più umilmente vogliamo fornire spunti di omiletica ai sacerdoti facendo ricorso a sacerdoti che di predicazione se ne intendono…» (Vatican Insider, 2 gennaio). 

Chi scrive i testi

Clerus APP
Clerus App

Il gesuita padre Marko Ivan Rupnik, mosaicista famoso in tutto il mondo (sue le opere nelle basiliche di Fatima e San Giovanni Rotondo) e teologo, cura i testi attualmente distribuiti in italiano.

Quando vengono pubblicati

“Clerus App” – curata da Alessandro Haag, tecnico informatico del Dicastero – viene aggiornata ogni giovedì con l’inserimento dell’omelia della domenica successiva.

Le funzioni

L’applicazione include la possibilità di ascoltare la lettura vocale del testo, di inserire delle note, di archiviare i commenti e di scaricare i contenuti in modalità offline.

E’ possibile scegliere la grandezza del carattere, optare fra due colori di sfondo e regolare la luminosità, oltre che condividerne il contenuto sui social network.

Dove scaricarla

Per ora i testi sono solo in italiano ma prossimamente verranno tradotti anche in altre lingue. Disponibile per i sistemi IoS e Android, l’applicazione si può scaricare gratuitamente da Google Play Store e da oggi anche nell’App Store della Apple.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni