Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Educazione dei figli: cosa conta davvero

Syda Productions | Shutterstock
Condividi

Cosa sta succedendo ai bambini di oggi?

Cosa sta succedendo a noi adulti? E cosa sta succedendo ai bambini di oggi? Tutto il giorno con il cellulare in mano… Non sappiamo vivere senza? Per colpa della tecnologia ci sta sfuggendo di mano l’educazione dei bambini? Bisogna avere il coraggio e l’intelligenza per non ritenere normale quello che ha anche una parte di anormalità.

Ci sono statistiche che fanno riflettere, come quelle presentate dalla psicoterapeuta Victoria Prooday:

  • circa 1 bambino su 5 ha problemi di salute mentale
  • Il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività è aumentato del 43%
  • La depressione tra gli adolescenti è aumentata del 37%
  • Il tasso di suicidio tra i 10 e i 14 anni è aumentato del 200%

È un grande errore pensare che il fatto che i figli sappiano usare le varie applicazioni del cellulare equivalga a prepararsi ad affrontare con efficacia e serenità il presente e soprattutto il futuro.

Una sana educazione presuppone soprattutto il fatto di imparare a vivere la quotidianità sapendo gestire quello che conta davvero nella vita:

  • I rapporti emotivi e la vita sociale
  • Le proprie responsabilità
  • L’autoregolamentazione della condotta in base ai valori che si hanno
  • Il contatto con la realtà per distinguere ciò che è essenziale e prioritario da quello che è virtuale e spesso superfluo
  • La proiezione della propria vita per lavorare con obiettivi e speranza

Di cosa hanno bisogno?

Ciò si ottiene quando i figli contano soprattutto su una presenza reale di genitori che sappiano dare loro amore e allo stesso tempo dire “No” ogni volta che è necessario, per insegnare con l’esempio e con le parole come ci si debba preparare per crescere e affrontare la vita reale.

Sinteticamente, gli aspetti da tenere maggiormente presenti nell’educazione dei figli dal punto di vista psico-pedagogico sono in un certo senso elementi di buonsenso.

Il grande problema che abbiamo è che siamo tutti vincolati dai ritmi, i condizionamenti e le mode che la frenetica società attuale sta imponendo attraverso tutti i canali di comunicazione a cui sono collegati sia gli adulti che i bambini.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni