Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconStile di vita
line break icon

La tragedia silenziosa che sta colpendo i nostri bambini, oggi

KID SERVITUDE

Valery Sidelnykov/Shutterstock

Enzo Pennetta - pubblicato il 31/08/17

  • Dategli cibi nutrienti e limitate gli snack
  • Trascorrete almeno un’ora al giorno in uno spazio verde: andando in bici, camminando, pescando, osservando insetti o uccelli
  • Durante i pasti, mettete via i cellulari
  • Fate giochi da tavolo
  • Fate svolgere al bambino piccoli lavori domestici (ripiegare il bucato, mettere a posto i giocattoli, riporre i vestiti nell’armadio, vuotare le buste della spesa, apparecchiare, ecc.)
  • Fate in modo che il bambino dorma un numero sufficiente di ore in una camera priva di dispositivi tecnologici.
  • Insegnategli la responsabilità e l’indipendenza e non proteggetelo dai piccoli fallimenti. In questo modo, impareranno a superare le grandi sfide della vita.

    • Non siate voi a preparargli lo zaino per la scuola, non portateglielo voi, se ha dimenticato a casa il pranzo o il diario non portateglielo a scuola, non sbucciate una banana per un bambino di 5 anni. Insegnategli piuttosto come si fa.

    Cercate di ritardare le gratificazioni e fornitegli opportunità di “annoiarsi”, poiché è proprio nei momenti di noia che si risveglia la creatività:

    • Non ritenetevi la fonte d’intrattenimento dei vostri figli
    • Non curate la noia con la tecnologia
    • Non usate strumenti tecnologici durate i pasti, in macchina, al ristorante, nei supermercati. Usate questi momenti come opportunità per insegnare ai bambini a essere attivi anche nei momenti di noia
    • Aiutateli a creare un “kit di pronto soccorso” della noia, con attività e idee per questi momenti.

    Siate presenti per i vostri bambini e insegnate loro come disciplinarsi e comportarsi:

    • Spegnete i cellulari finché i bambini non vanno a letto, per evitare di essere distratti
    • Insegnate al bambino come riconoscere e gestire la rabbia o la frustrazione
    • Insegnategli a salutare, a condividere, a stare a tavola, a ringraziare
    • Siategli vicini dal punto di vista emotivo: sorridetegli, abbracciatelo, leggete per lui, giocate insieme.

    Occorre fare dei cambiamenti nella vita de nostri bambini prima che un’intera generazione vada sotto farmaci. Non è ancora troppo tardi, ma presto potrebbe esserlo…

    Quando ho letto questo articolo la prima volta, ho pensato che in realtà oggi i genitori non sono solo “distratti” (e quindi non accessibili per i loro figli) dalla tecnologia, ma sono proprio assenti. Capita sempre più spesso, infatti, che i genitori riescano a vedere i figli solo la sera, e quindi non abbiano né il tempo, né la voglia di giocare con loro o ascoltarli. Molti bambini, usciti da scuola, vengono condotti (a volte dalla baby-sitter, perché i genitori lavorano) a una delle tante attività pomeridiane (musica, sport, corsi di lingue, perché ovviamente ogni bambino deve saper suonare almeno due strumenti e parlare due lingue straniere come un madrelingua). Ci sono bambini che a malapena hanno un pomeriggio libero a settimana: come fanno a trascorrere del tempo coi genitori, a stare all’aria aperta, ad annoiarsi?




    Leggi anche:
    Perché quest’estate farò ai miei figli il dono della noia

    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    Tags:
    educazionenuove tecnologie
    Sostieni Aleteia

    Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

    • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
    • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
    • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
    • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
    • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
    • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

    Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

    Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

    Preghiera del giorno
    Oggi festeggiamo anche...





    Top 10
    1
    Gelsomino Del Guercio
    “Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
    2
    Gelsomino Del Guercio
    Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
    3
    PRAY
    Philip Kosloski
    Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
    4
    POPE JOHN PAUL II
    Philip Kosloski
    I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
    5
    CARLO ACUTIS
    Silvia Lucchetti
    “I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
    6
    Gelsomino Del Guercio
    Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
    7
    BERGOGLIO
    Gelsomino Del Guercio
    “Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
    Vedi di più
    Newsletter
    Ricevi Aleteia tutti i giorni