Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Kim Kardashian da regina dei selfie col pancione a campionessa dell’utero in affitto

Condividi

IL CONTRATTO

Ci vuole un coraggio svergognato per far firmare un contratto alla madre surrogata che fino al mese di gennaio 2018…

“(…) vieterebbe a quest’ultima di fumare, bere alcolici, assumere droghe, mangiare pesce crudo e consumare più di una bevanda al giorno a base di caffeina” (Il Messaggero, 27 luglio 2017).

Evidentemente sono i soldi a rendere così superbamente coraggiosi!
Allora c’è da essere contenti di non averne tanti!

L’utero in affitto è una nuova forma di schiavitù, che viene ammantata di bene e generosità, ma sempre di mercimonio si tratta. La scrittrice Susanna Tamaro lo ha definito da poco “la più sofisticata e atroce forma di schiavismo inventata dalla modernità”.

«La gestazione per altri è forse la più sofisticata e atroce forma di schiavismo inventata dalla modernità, uno schiavismo in cui il volto della iena è nascosto dietro il sorriso del benefattore, uno schiavismo che furbescamente si ammanta della parola ‘amore’. Un amore che non si riferisce in alcun modo al bene di chi nasce ma soltanto ai desideri dei singoli individui» (Susanna Tamaro).

La coppia inoltre ha già due figli piccoli, non gli è stata negata la gioia di diventare genitori. Allora perché?
Kim Kardashian ha sofferto di placenta accreta durante la seconda gravidanza e per questo le è stato sconsigliato di avere un terzo bambino (Vanity Fair, 27 luglio 2017). Leggiamo dal sito del Giornale che a premere maggiormente per allargare la famiglia è stato Kayne, l’articolo riporta infatti le parole di una fonte molto vicina alla coppia rilasciate a People:

Leggi anche: Cosa pensano le vere femministe dell’utero in affitto

“Kim e Kanye useranno una surrogata per portare in grembo il loro terzo figlio […] Sono entrambi eccitati di dare un fratellino ai loro bimbi. Le cose vanno alla grande tra loro. Sono felici insieme. […] Kim non si sarebbe mai permessa di rimanere di nuovo incinta. È troppo pericoloso per lei. Kanye è stato colui che ha fatto pressioni per il bambino numero 3. […] Kim riteneva che due bimbi in salute fossero abbastanza, ma mentre Saint cresceva, parlava sempre di più di un terzo figlio. Pensa che i suoi cuccioli siano cresciuti troppo in fretta. […] Le manca avere un neonato in famiglia. Hanno cercato per un po’ prima di trovare la perfetta surrogata” (Il Giornale, 22 giugno 2017).

La perfetta surrogata? Cos’è una macchina che ha tutti i comfort e consuma poco?

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni