Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Febbraio |
Religiosa e Fondatrice
home iconStile di vita
line break icon

Tuo figlio ti ha chiesto un cellulare? Qual è l’età giusta per averne uno?

Shutterstock-pathdoc

Sofía Gonzalo - pubblicato il 12/04/17

Se è proprio arrivato il momento, potreste firmare un contratto con le regole per usarlo

Per anni, nell’andare a prendere i nostri figli da scuola, abbiamo finto di non ascoltare una richiesta che proveniva dal lato posteriore della macchina, tra zaini e merendine.

È una frase che ritorna, di tanto in tanto. E ogni volta usiamo il cosiddetto “udito selettivo”, cioè ci comportiamo come se non avessimo sentito nulla e continuiamo a fare quello che stavamo facendo in quel momento.

Ma la domanda rimane lì, pendente, che potrebbe riemergere in qualsiasi momento: “Mi compri un cellulare?”

A una certa età, è inevitabile che nostro figlio la ponga con insistenza. I suoi compagni lo usano continuamente, e lui sente che potrebbe succedere qualcosa di terribile se non dovesse averne uno anche lui. Potete accampare una scusa per rimandare un po’ di più la questione, ma… quel fatidico momento arriverà.

Date uno sguardo a questo simpatico video, realizzato da Empantallados.com per rappresentare questo specifico momento:

Davanti a tale richiesta, dovreste prendervi del tempo per riflettere ed elaborare una risposta che, senza dubbio, avrà delle conseguenze.

Come ci spiegano dal centro Internet Segura for Kids (IS4K), bisogna essere genitori coerenti: “Quando abbiamo preso una decisione e abbiamo dato una risposta, in famiglia bisogna agire in modo coordinato. È necessario che l’intera famiglia – genitori, nonni, zii, ecc. – rispettino questa decisione e agiscano di conseguenza, per evitare messaggi contrastanti e ‘sorprese’, sotto forma di regali non previsti”.

Se ci rifiutiamo di regalare un cellulare a nostro figlio, dovremmo motivare la nostra risposta. Quanti più argomenti si danno, tanto più facile lui capirà il motivo per cui non è ancora il momento adatto.

Ma se avete deciso di regalargliene uno, vi suggerisco di prendere in considerazione queste regole consigliate dall’IS4K: “Una buona idea potrebbe essere quella di consegnare il nuovo dispositivo a seguito di una conversazione intima in cui spiegate le responsabilità che derivano dal suo uso, i contenuti che non dovrebbe visionare, le precauzioni da prendere su messaggi potenzialmente pericolosi, aggiungendo che è necessario controllare la propria lista contatti, fare attenzione alla propria privacy, rispettare gli altri, ecc. In questo modo potete trovare consenso sulle regole di utilizzo del telefono cellulare“.

Un contratto con vostro figlio sull’uso del telefono cellulare

Avete considerato la possibilità di firmare un contratto con vostro figlio su come utilizzare il suo cellulare?




Leggi anche:
Come insegnare ai tuoi figli ad usare correttamente la tecnologia

Nel suo blog iWomanish, María Zabala del Digital Citizenship Institute offre la possibilità di usufruire di un “Contratto per ragazzini al loro primo smartphone”, sviluppato da un contratto originario di iRules creato da Janell B. Hofmann.

Tra i punti esposti, trovate questi:

  • Di notte il cellulare sarà spento. Lo accenderemo noi e te lo ridaremo il giorno seguente, dopo colazione. In quelle ore non chiameresti comunque nessuno dal telefono fisso, quindi non ci sarebbe alcuna necessità di usare un cellulare.
  • Se cade nel water o per terra e si rompe, o se lo perdi, sarai responsabile di tutti i costi di riparazione o sostituzione.
  • Non usare il cellulare per mentire, prenderti gioco di qualcuno o ingannare gli altri. Non prendere parte a conversazioni che potrebbero danneggiare altre persone. Sii un buon amico, prima di ogni altra cosa. Se non sai cosa fare, evita di partecipare a quelle conversazione e sta lontano dai guai.
  • Non dire niente che non diresti di persona. Né tramite messaggi, né e-mail, né conversazione telefonica, né chat o social network.
  • Su Internet cerca soltanto ciò che poi potrai raccontarmi. E se hai domande su qualche argomento, ponila ad una persona, non ad una macchina. Preferibilmente a papà o a me.
  • Non inviare o ricevere le foto delle tue parti intime o quelle di un’altra persona. Non ridere; un giorno sarai tentato di farlo, non importa quanto tu sia intelligente. Ma è pericoloso, e potrebbe rovinare il tuo presente o persino il tuo futuro. Se mandi un’immagine, anche se pensi di essere al sicuro, qualsiasi destinatario può farne uno screenshot e conservarla.
  • Puoi scambiare messaggi solo con persone che conosci nella vita reale.
  • Saremo noi a darti il permesso per condividere dei video. Se non abbiamo visto il video e lo condividi comunque, violerai questo contratto.
  • Il tempo quotidiano in cui puoi utilizzare il cellulare è limitato. Dato che con il telefono è possibile fare tante cose, a volte potresti non riuscire a metterlo da parte per fare altre cose. Quindi segna bene i limiti.
  • Potremmo toglierti il telefono. Poi ci sederemo a parlare. Raggiungeremo un accordo e inizieremo da capo. Papà ed io stiamo imparando ogni giorno, proprio come te“.

L’età è importante

Forse la risposta migliore alla domanda sull’età in cui un bambino può avere il suo primo cellulare, è quella che voi consideriate sia appropriata per il loro livello di maturità. Ci sono figli molto responsabili a cui può essere data l’opportunità ad un’età più giovane, e figli per i quali il momento del cellulare dovrebbe essere invece rimandato il più possibile.




Leggi anche:
Smartphone e tablet, “eroina digitale” per i nostri figli?

Un’altra variabile da considerare è quella delle esigenze di ogni famiglia. Potrebbe essere utile per momenti precisi in cui il bambino comincia ad avere un certo grado di autonomia e pensate che possa essere uno strumento utile per la sua sicurezza.

Le nuove tecnologie sono qui per restare

Senza dubbio i nostri figli dovranno convivere con le nuove tecnologie, e come genitori dovremmo accompagnarli e aiutarli a controllare il loro uso.

In questa video intervista concessa a Empantallados.com, l’esperta María Zabala spiega le ragioni per cui “i genitori devono e possono accompagnare i propri figli in ambito digitale”.

 Come educatori principali dei nostri figli, non possiamo ignorare l’importanza di insegnare loro ad usare le nuove tecnologie in modo ragionevole e coerente. Qualsiasi momento è buono per iniziare o continuare su questo tema fondamentale dell’educazione.

E affinché non vi sentiate gli unici che accampano scuse quando i figli chiedono di usare le nuove tecnologie, non perdetevi questo video di Empantallados.com sul tema:

 [Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]
Tags:
educazioneinfanzianuove tecnologie
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
4
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni