Aleteia

Un pastore offre a un missionario cattolico uno stipendio di 10.000 euro per diventare protestante. Ecco la risposta

Condividi
Commenta

Moisés Rocha ha risposto così a chi gli ha proposto di cambiare Chiesa offrendogli macchina, appartamento e un alto stipendio

Il missionario brasiliano Moisés Rocha ha risposto con grande decisione al pastore che gli aveva proposto di cambiare Chiesa offrendogli un appartamento, una macchina e uno stipendio di 35.000 reais, equivalenti a 10.000 euro.

Il missionario dice di aver ricevuto inviti del genere negli ultimi due anni. “L’ultimo l’ho quasi accettato”, ha detto scherzando. “Non ho carta di credito, non ho stipendio, sono un missionario”. Le opere sociali che svolge la sua Chiesa costano 60.000-70.000 reais al mese, ai quali si fa fronte con la Provvidenza.

Di fronte alle proposte del pastore, però, il missionario è passato al contrattacco sfidandolo a livello teologico, chiedendogli: “Sa che il giorno dell’annunciazione dell’angelo Gabriele lo Spirito Santo è entrato dentro la Madonna e lei si è sposata con lo Spirito Santo?”

“E sa che 33 anni e mezzo dopo c’è stata la Pentecoste? E cosa faceva la Madonna in quel cenacolo? (…) Concorda sul fatto che era lì perché il suo sposo doveva scendere sulla Chiesa?”


LEGGI ANCHE: Perché sono diventato cattolico nonostante tutto quello che sentivo dire


“Lei pensa che Maria abbia divorziato dallo Spirito Santo?”, ha proseguito. Quando il pastore gli ha chiesto perché glielo chiedesse ha spiegato: “Com’è possibile che lo Spirito Santo possa entrare nella vostra Chiesa, possa infiammare la vostra Chiesa, la vostra Chiesa pentecostale, e la sua sposa non possa entrare? Mi faccia dire una cosa: dove non entra la mia sposa non entro neanch’io”.

“Hanno per caso divorziato? Sono una famiglia moderna? L’unica Chiesa pentecostale è quella in cui ci sono sia lo Spirito che la sua sposa, e allora c’è un’unica Chiesa che può parlare e ha autorità, la Chiesa cattolica apostolica romana!”.

“Dove non c’è Maria, lo Spirito non agisce!”, ha concluso con veemenza il missionario.

[Traduzione e adattamento dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni