Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La persecuzione religiosa più terrificante nella storia

museodelprado.es
Condividi

E non è l'Inquisizione spagnola: chi è senza peccato scagli la prima pietra

La persecuzione religiosa, purtroppo, è un tema comune ad ogni Stato e confessione religiosa. Non c’è Stato che si possa vantare, né religione che non abbia avuto nella sua storia un periodo controverso, difficile, imbarazzante… Se guardassimo freddamente alla storia… tutti dovrebbero chiedere perdono.

Nell’immaginario popolare l’Inquisizione spagnola è la persecuzione religiosa per eccellenza. Una leggenda nera a lungo studiata e discussa. Ma l’inquisizione spagnola non è stata l’unica: ci sono state ”caccia alle streghe”, roghi di cattolici e persecuzioni anche in Francia e in altri paesi europei.

Di tutte queste la più sconvolgente, silenziosa e feroce fu la persecuzione che ebbe origine nei regni di Enrico VIII ed Elisabetta Tudor, derivante dall’unione di due componenti: la persecuzione religiosa e la sopravvivenza della monarchia in seguito allo Scisma anglicano.

In un approfondimento storico che sta realizzando il quotidiano spagnolo ABC, viene affrontata anche questa controversa questione, mostrando la brutalità di questa repressione. Viene mostrato, ad esempio, l’inizio della repressione nel 1534 e quanto velocemente furono squartati i monaci della Certosa di Londra insieme al loro priore, John Houghton. “Furono impiccati e mutilati nella famigerata Piazza Tyburn, come monito contro un ordine caratterizzato da austerità e semplicità”.

Nel 1537 una ribellione cattolica contro il Re portò alla condanna a morte di 216 laici, 6 abati, 38 monaci e 16 sacerdoti.

Più tardi Maria Tudor sarebbe diventata la “Regina sanguinaria”. Non diede tregua neanche agli anglicani. Questa volta furono loro a soffrire la persecuzione. Il potere e un uso interessato della religione avrebbero fatto il resto. Come mostra l’approfondimento, giustiziò per eresia quasi 300 uomini e donne, tra il febbraio 1555 e il novembre 1558. Molti di loro erano nemici d’infanzia.


LEGGI ANCHE: Antisemitismo, sterminio di pagani e oscurantismo: tre falsi miti sulla Chiesa cattolica


Dopo Maria Tudor giunse al trono Elisabetta I. Forse le cose si placarono un po’? Elisabetta avrebbe abbandonato il protestantesimo? Per questo fu scelta regina? No, al contrario. Qui inizia davvero la storia nera dell’Impero britannico, con una delle più grandi persecuzioni della storia: mille morti, tra religiosi e laici.

Nessuno era al sicuro: i cattolici erano i più perseguitati, ma anche calvinisti, quaccheri, battisti, luterani, congregazionalisti, mennoniti e altri gruppi religiosi.

Una storia oscura, che potete conoscere più in dettaglio in questo approfondimento della ABC.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.