Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Come superare le insicurezze durante il sesso

Guille Faingold | Stocksy United
Condividi

Non servono braccia toniche e pancia piatta per essere amati o per dare al partner gioia in camera da letto

Quando ho incontrato per la prima volta Kamila ho pensato subito alla famosa chef Nigella Lawson, ma non per via delle sue abilità culinarie o di qualche somiglianza fisica – era il modo in cui si vestiva. Il vestito lungo e cadente di Kamila mi ricordava una foto di Nigella che avevo visto, in cui appariva su una spiaggia australiana in un abito di nylon che scendeva dal collo fino alle caviglie. I tabloid hanno deriso il suo aspetto e si sono chiesti cosa ci fosse sotto quel vestito enorme, ma Nigella ha dichiarato che aveva semplicemente paura dei raggi del sole. Personalmente penso che Nigella, come si addice a una dea della cucina, abbia una figura divina, ma anch’io ammetto che la scelta singolare di quell’abbigliamento abbia attirato maggiormente l’attenzione sul suo corpo in quel contesto proprio perché lo nascondeva in modo così totale.

Il vestito di Kamila non era diverso. Cercava di nascondere tutto ciò che potesse avere una forma. Kamila aveva un bel viso, una voce animata e gesti delle mani quasi sensuali quando parlava – ma il suo fisico era seppellito sotto strati di stoffa. E dopo pochi minuti di conversazione con lei ho capito che avrebbe voluto indossare quell’abito anche in camera da letto.

“Mio marito ha sempre apprezzato le donne filiformi, ma dopo la nascita delle nostre figlie ho preso più di 18 chili. Ho perso un po’ di peso, ma non sono mai tornata com’ero prima”, ha ammesso Kamila, che a 35 anni è manager di una compagnia farmaceutica e le cui figlie sono ancora piccole. “So che le donne grassottelle possono essere attraenti, ma la mia pancia è terribile. Ho smagliature, macchie… Quando vogliamo stare vicini o anche coccolarci a letto, accendo delle candele. Non per aumentare il romanticismo, ma per essere meno visibile (il che, per me, aumenta il romanticismo). Prima facevo il bagno con Mathew, ora accampo scuse come la mancanza di tempo o il fatto che le bambine potrebbero svegliarsi e vederci”.

“Fate sesso spesso?”, ho chiesto.


LEGGI ANCHE: La sessualità nel matrimonio cristiano è meravigliosa


“Abbastanza da non dimenticarcene completamente, ma a malapena per ricordarlo”, ha risposto scherzando. Ma ho visto che non rideva.

Essere insicuri è umano. Non è sempre facile sbarazzarsi delle proprie insicurezze, ma il primo passo per liberarsene è pensare a loro in modo diverso.

Uno sbaglio che constato spesso è il fatto che le donne coprano tutto il proprio corpo per nascondere solo una parte di cui non sono soddisfatte. Kamila non ama la sua pancia. Quella che solo qualche anno fa era piatta e seducente, quella di una ragazza. Ora Kamila ha il corpo di una donna che è diventata madre. Considera la sua pancia cambiata, arrotondata, un difetto, ma perché lo riteniamo una cosa negativa piuttosto che un felice ricordo delle sue esperienze durante le sue due gravidanze? Le pance come quella di Kamila non devono essere belle per avere valore. Il corpo di una donna cambia, registrando una storia intima e personale. È una mappa di nascite e crescite di bambini, notti insonni, sforzi fisici e mentali per allevarli. Una mappa di questo tipo è fonte di orgoglio. Una pancia come quella di Kamila è un promemoria di cui andare fieri.

Il sesso come colla emotiva

Ma il problema è che Kamila non si sente attraente. Potrebbe essere desiderata dal marito, ma per via delle sue insicurezze non è aperta all’ammirazione di Mathew. Lui probabilmente non la guarda con gli occhi di un chirurgo plastico, ma lei non riesce ad accettare l’idea che la possa trovare ancora sexy, e allora si nasconde dietro la sua insicurezza, dietro la sua pancia. Permette che la sua sensibilità sul suo corpo la controlli e la limiti, e quindi non lo usa nel modo in cui vorrebbe. E allora si lamenta di non essere sexy, anche se cerca davvero di esserlo.

Non importa se la sua insoddisfazione per la sua pancia sia comprensibile o esagerata. Ciò che conta è che quella pancia è diventata un muro che la separa dalle sue necessità e dalle sue fantasie sessuali. Non le permette di avvicinarsi al marito in modo spontaneo, libero e gioioso. Blocca la vera intimità. Ed è così che un’insicurezza può prendere il controllo in camera da letto.


LEGGI ANCHE: Il sesso è il cibo che nutre il matrimonio


Ma non si tratta sempre solo delle nostre insicurezze a livello fisico. A volte, infatti, parliamo di insicurezze emotive: forse una donna è imbarazzata all’idea del sesso. Una donna di fede che potrebbe essere imbarazzata e timida può prendere coraggio per cambiare leggendo l’esortazione di papa Francesco Amoris Laetitia, pubblicata nell’Anno della Misericordia.

Il papa sottolinea come il matrimonio sia un’amicizia, un’unione che tende a tenerezza, intimità, reciprocità e passione puntando sempre a far sì che quell’unione diventi più forte e più intensa. È importante che l’amore reciproco degli sposi si mostri nel giusto ordine, che cresca, si sviluppi e maturi, insegna il pontefice. È impossibile costruire un’unione matrimoniale isolandosi in una gabbia di insicurezze. Lavorare per accettare il proprio corpo e amarlo per quello che è non è quindi uno sforzo narcisistico ed egoista, ma un passo essenziale per rafforzare la propria espressione sessuale e il proprio matrimonio.

In base a una ricerca condotta da psicologi sotto la direzione del professor Daniel O’Leary e pubblicata sulla rivista di psicologia Social Psychological and Personality Science, le coppie che mantengono un rapporto profondo e amorevole per più di un decennio pensano che le dimostrazioni fisiche di affetto frequenti siano molto importanti. In questo senso, il sesso è una colla emotiva che unisce i coniugi.

Man mano che le famiglie aumentano e la vita diventa sempre più impegnata, può essere difficile ricordare che unirsi come uomo e donna è importante quanto stare insieme come madre e padre, il che è il motivo per il quale lasciarsi andare ogni tanto, avere un appuntamento serale e promuovere consapevolezza e attenzione verso se stessi sono fondamentali per un rapporto migliore in camera da letto.

La seduzione è uno stato mentale, non una questione di dimensioni

Un corpo imperfetto non dovrebbe ostacolare la vostra libertà. Non dovete sembrare una star, che ha una pancia perfettamente piatta due mesi dopo aver partorito. Mantenere quell’immagine fa parte del lavoro della celebrità, ma le vostre entrate probabilmente non sono legate alle vostre dimensioni. Vivete in modo diverso, e allora perché autoflagellarvi? Apritevi al piacere. Agite come se aveste il corpo di una dea, non di una vecchietta. Detto questo, sbarazzarsi di insicurezze profondamente radicate è un processo lungo, che spesso richiede l’aiuto di uno psicoterapeuta. Ecco però delle piccole cose che potete fare anche da voi:


LEGGI ANCHE: Il sesso, come Dio comanda…


1. Chiedetevi di interpretare il ruolo di una donna coraggiosa e sicura che sa cosa vuole. Questo esercizio terapeutico aiuta a liberare la vostra immaginazione erotica. Procuratevi della biancheria carina e non permettete che i vostri occhi indugino sulle smagliature.

2. Pensate di comprare la vostra biancheria intima insieme a vostro marito. Potrebbe non sapere cosa gli piace (e forse non lo sapete neanche voi), per cui sperimentate. Forse tutto ciò di cui avete bisogno è un pagliaccetto carino che entrambi ritenete sexy.

3. Studiate caratteri e modi di fare. Rispolverate il repertorio classico delle dee dello schermo nei film, soprattutto quelli in bianco e nero. Gesti, occhiate, voce che sussurra o scuotere i capelli…

4. Cercate di non cadere in preda alla nostalgia erotica – l’idea che una volta eravate belle e desiderabili ma ora siete troppo vecchie per interpretare quel ruolo. La seduzione non ha età, ma dovete accettare il vostro corpo così com’è se volete permettere a quel piacere di fiorire. Quando vi sentite grasse o meno desiderabili, cercate di dirvi che siete bellissime e amate.

Le insicurezze potranno non scomparire completamente – probabilmente le avrete ancora, ma la speranza è che non vi bloccheranno più in camera da letto. La speranza è che le possiate per ora mettere da parte per poi magari dimenticarle del tutto. Nel dubbio, tenete a mente questo mandra: il tuo corpo non dev’essere perfetto per essere gradevole. Amare se stessi è simile ad amare un’altra persona. Si ama “nonostante”, non “perché”.


LEGGI ANCHE: Il sesso nella terza età


Zyta Rudzka, polacca, è laureata in Psicologia presso l’Accademia di Teologia Cattolica. Ha vinto il Gdynia Drama Prize per il suo “Buffet Freddo”. La versione televisiva della sua opera, The Sugar Bra, ha vinto la medaglia d’oro al prestigioso Worldfest Independent Film Festival di Houston. Le sue opere sono state tradotte in italiano, tedesco, russo, inglese, croato, francese e giapponese.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni