Aleteia

Le 10 ragioni per assumere una persona che è stata scout, secondo la rivista Forbes

André Jörg / Scouterna-CC
Condividi
Commenta

Leggere su un curriculum che una persona è stata scout garantisce che ha capacità fondamentali per il mercato lavorativo attuale

Lotta contro l’ingiustizia

Con il motto “Lascia il mondo migliore di come lo hai trovato”, la pedagogia scout si basa sul fatto che i bambini siano capaci di comprendere e mettere in pratica il proprio potenziale per migliorare l’ambiente che li circonda, affrontando con coraggio le sfide che si presentano e non guardando dall’altra parte di fronte alle ingiustizie, ma agendo per cambiare la situazione.

È una persona “con risorse”

Ha una profonda esperienza nel dinamizzare riunioni, inventarsi un gioco per risolvere un conflitto, parlare in pubblico o localizzare l’impresa più economica per l’affitto dei pullmini. È dinamico e audace, ed è abituato a risolvere problemi di diverse forme e dimensioni.

Non sono forse capacità che tutti cerchiamo nelle persone che inseriamo nella nostra équipe di lavoro?
• Se sei stato scout ed educatore scout, inseriscilo nel tuo CV e dillo nelle interviste di lavoro
• Se cerchi talento, non perdere di vista i vantaggi competitivi di uno scout
• Se sei madre o padre e vuoi educare i tuoi figli con capacità tanto essenziali, iscrivi tuo figlio agli scout, anche se questo comporta alzarsi all’alba il sabato.

*L’affidabilità di questi principi è proporzionale al numero di anni come scout, e aumenta in modo significativo se si è stati educatori scout.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

LEGGI ANCHE: Portate il soprannaturale sul posto di lavoro… in questo modo

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni