Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
San Pancrazio
home iconNews
line break icon

A Nizza è di nuovo terrore

© VALERY HACHE / AFP

EDITORS NOTE: Graphic content / Police officers stand near a van, with its windscreen riddled with bullets, that ploughed into a crowd leaving a fireworks display in the French Riviera town of Nice on July 14, 2016. At least 60 people were killed when a truck ploughed into a crowd watching a Bastille Day fireworks display in the southern French resort of Nice, prosecutors said early on July 15. Nice prosecutor Jean-Michel Pretre said the truck drove two kilometres (1.3 miles) through a large crowd that was watching the fireworks. / AFP PHOTO / VALERY HACHE

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 15/07/16

La Francia nuovamente scossa dal conflitto con i simpatizzanti dell'Isis?

Alle ore 2,30 della sera del 14 luglio un camion è piombato sulla folla che festeggiava nella città costiera di Nizza, la presa della Bastiglia sulla Promenade des Anglais, uccidendo così decine di persone. Dal veicolo sono poi partiti colpi di arma da fuoco che hanno portato la conta delle vittime ad almeno 80 persone, non meno di 30 bambini. Il camion ha percorso un rettilineo di 2 chilometri con l’obiettivo di travolgere più persone possibile. Sono almeno 100 i feriti, 18 dei quali in condizioni gravissime.

I TESTIMONI
Come riportato da Euronews l’attacco è stato portato a sorpresa sulla passeggiata:

“Un camion è arrivato a tutta velocità sulla folla … su tutti – racconta un testimone – … non c’era nessuno, i pompieri ci hanno messo 25 minuti ad arrivare … c’era un camion là sul lungomare… poi gli hanno sparato”. Gli fa eco un altro: “La folla correva, gli uni sugli altri, il panico, ci voltiamo indietro e non capiamo che cosa stia succedendo, tutti che urlano e che piangono”. Il presidente della regione Paca ed ex sindaco di Nizza: “Un camion con un autista ha condotto un’azione premeditata, questo ci permette di tirare qualche conclusione. Sembra sparasse attraverso il finestrino e per questo è stato ucciso”.

L’ATTENTATORE
L’uomo alla guida del camion era un francese di origini tunisine di 31 anni, già conosciuto dalle forze dell’ordine per precedenti di violenza ma non sottoposto a controllo dai servizi segreti parigini. Apparentemente avrebbe agito da solo. L’autista è stato ucciso. (Huffington Post). Secondo l’emittente radiofonica Bfmtv, l’uomo era padre di tre figli e stava divorziando. I vicini ne parlano come un uomo silenzioso, e soprattutto non molto religioso, infatti non aveva neanche osservato il Ramadan. Ultimamente per via della fine del suo matrimonio era diventato “depresso e instabile” (Repubblica). La ex moglie è in stato di fermo per 48 ore. Gli inquirenti la stanno interrogando per scoprire se il padre dei suoi figli ha agito da solo o meno.

LE PAROLE DEL PAPA
Papa Francesco segue dalla notte con «grandissima preoccupazione le terribili notizie» in arrivo da Nizza. Lo ha reso noto la Radio Vaticana, sottolineando che il Pontefice è vicino alla «sofferenza delle vittime e di tutto il popolo francese». «Condanniamo», ha riferito ancora Radio Vaticana, «nella maniera più assoluta questa manifestazione di pazzia omicida, di odio, di terrorismo, di attacco contro la pace» (Sole 24 ore).

COME SPIEGARE AI BAMBINI QUESTO ORRORE?
Ci viene in soccorso Telefono Azzurro che sulla sua pagina dà alcuni consigli pratici per discuterne con i più piccoli:

Tags:
franciaterrorismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni