Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 30 Novembre |
Sant'Andrea
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

10 modi per amare i vostri figli senza usare le parole

Father and son playing guitar at home – it

Zurijeta

Kathleen M. Berchelmann - pubblicato il 23/02/16

Esistono dei piccoli gesti che fanno la differenza, come guardare negli occhi o mangiare insieme

Nel libro dei Proverbi (22:6) si legge: “Abitua il giovane secondo la via da seguire; neppure da vecchio se ne allontanerà”. Qual è il modo corretto per educare i bambini in questo modo? In primo luogo, voglio crescere i miei figli ad amare come ha fatto Gesù. Ecco dieci semplici cose che potete fare ogni giorno per amare pienamente i vostri figli, e per insegnare loro ad amare come Gesù ha amato.

1. Stabilite un contatto visivo con i vostri bambini

Guardare negli occhi richiede solo pochi secondi, ma la maggior parte delle volte in cui rispondiamo ai nostri figli siamo concentrati sul nostro lavoro. Prendetevi un momento per alzare gli occhi dalle vostre attività, dal computer, dal telefono o dagli elettrodomestici che state usando e parlate al vostro bambino guardando nei suoi splendidi occhi. Fatelo e vi illuminerà la giornata.

2. Mostrate ai vostri figli il vostro affetto anche attraverso il contatto fisico

Ogni essere umano ha bisogno del contatto fisico. Se non abbracciate a sufficienza i vostri figli, loro cercheranno altrove l’affetto fisico. I bambini più grandi, in particolare, potrebbero essere riluttanti ad iniziare un rapporto con i genitori in cui ci sia affetto fisico.

Toccate il braccio di vostro figlio mentre parlate con lui, tenetegli la mano mentre camminate, giocate con lui dondolando le braccia quando lo andate a prendere a scuola. I bambini che non imparano ad avere un contatto fisico sano e amorevole nei primi anni di vita possono sviluppare problemi nelle relazioni fisiche da adulti, e possono diventare più esposti al rischio di abusi sessuali.

3. Fate in modo che i vostri figli dormano abbastanza

La mancanza di sonno ci rende egoisti e scontrosi. È difficile amare gli altri quando si è troppo stanchi. Dormire a sufficienza aiuta a guarire le ferite, riduce i rischi di obesità infantile, migliora il rendimento scolastico e permette di avere una sana socialità. Di quanto sonno hanno bisogno i vostri figli? E come poterli mandare a letto presto? La mia amica e collega Dott.ssa Kelly Ross ha condiviso la sua ricerca sull’incidenza della mancanza di sonno sul benessere dei figli e dei genitori: non dormire a sufficienza fa sì che i genitori abbiano meno pazienza con i figli.

4. Evitate di gridare contro i vostri figli (o almeno provateci)

Gesù non urlava, perché dovremmo farlo noi contro i nostri figli? Controllare la rabbia è veramente fondamentale per lo sviluppo cerebrale dei nostri figli. È stato dimostrato che un’educazione rilassata  aumenta le dimensioni dell’ippocampo, la parte del cervello che, tra le altre cose, regola lo stress, le emozioni e la memoria.

In una ricerca della Dott.ssa Joan Luby della Washington University è stato valutato il comportamento che i genitori hanno verso i figli in situazioni di stress. Dopo è stato studiato il cervello dei bambini quando hanno raggiunto l’età scolare; i bambini che in momenti di stress hanno ricevuto un approccio affettuoso da parte dei genitori, avevano in effetti un maggiore volume dell’ippocampo.

Prendete la decisione di cercare nuovi modi di relazionarvi con i vostri figli quando vi fanno perdere la pazienza. Io ho smesso di dare pacche sulla schiena dei miei figli; ho iniziato a usare altri metodi per riprenderli, come dare un nuovo ordine, mettere per iscritto i castighi che ricevono, dare loro lavoretti extra e molti altri trucchi per tenerli sotto controllo. Ora i nostri figli si arrabbiano molto meno, ed è lo stesso anche per me.

5. Limitate le loro attività extra-scolastiche e dedicate più tempo alla vita familiare

Pensate che la maggior parte del tempo che passate con i vostri figli è in macchina? Rinunciate ad avere una cena in famiglia o a fare dei lavori in casa per portare i bambini alle loro varie attività? Se è così, potrebbe essere il momento di rivedere il programma extra-scolastico della vostra famiglia. Io seguo vari criteri per scegliere in modo saggio le attività: quali sono i benefici che portano, qual è il loro investimento economico, e se rubino o meno troppo tempo dallo stare insieme. Semplificate la vostra vita… e la loro!

6. Prendete del tempo per fare giochi creativi

Non si può avere uno sviluppo emotivo e sociale se si è sempre davanti a uno schermo. I vostri figli giocano all’aperto, costruiscono fortezze e capanne oppure dedicano del tempo a fare giochi che stimolino la loro creatività? Alcune ricerche dimostrano che il gioco creativo sviluppa tipi di funzioni cerebrali che permettono di raggiungere risultati più alti in matematica e in scienza, così come favoriscono lo sviluppo intellettuale, sociale ed emotivo.

7. Mangiate insieme

Gesù mangiava con le persone che amava, e noi dovremmo fare lo stesso. Se questo non basta per convincerci a dare priorità alle cene in famiglia, ci sono anche ricerche pediatriche che dimostrano i benefici per la salute che hanno i bambini che mangiano insieme alla loro famiglia. Pasti consumati in famiglia sono associati a:

– 12% di probabilità in meno che i figli siano in sovrappeso
– 20% di probabilità in meno che mangino alimenti poco sani
– 35% di probabilità in meno di sviluppare disordini legati all’alimentazione (anoressia, bulimia…)

8. Prendetevi cura di loro quando stanno male

Potreste non essere capaci di dare la vista ai ciechi o di far camminare gli infermi, ma quando vostro figlio ha bruciore di stomaco vuole soltanto avere accanto a sé un genitore che gli mostri amore. Alcuni dei ricordi più teneri che ho di mia madre sono di momenti in cui si prendeva cura di me quando ero malata. I figli dipendono dai genitori per essere sani e ricorrono a loro quando stanno male. Programmate le visite mediche dei vostri figli? Seguite una dieta sana? Devono prendere vitamine? Portate i vostri bambini quando andate a trovare degli amici malati? Prendervi cura di chi sta male è un’opera di misericordia corporale. Quando ci prendiamo cura dei nostri bimbi malati, insegniamo loro come relazionarsi a chi sta male per il resto della loro vita.

9. Prendetevi cura di voi stessi

Non potete amare i vostri figli se non amate voi stessi. Andate troppo di fretta, siete stressati e indossate le prime cose che trovate nell’armadio? È arrivato il momento di prendervi un po’ cura di voi. Di cosa c’è bisogno? È essenziale avere sufficiente sonno, una sana alimentazione, un po’ di attività fisica e del tempo per pregare. Hai tutto questo? Se la risposta è no, pensate a dei modi pratici per condurre la vostra vita in modo da potervi prendere cura di voi stessi.

10. Perdonate

Come possiamo insegnare ai nostri figli il perdono, se noi non perdoniamo loro? A volte prestiamo molta attenzione alle tecniche per essere buoni genitori e alla disciplina che ci dimentichiamo di perdonare i nostri figli. Per fortuna ci pensa Dio a perdonargli (e a perdonare noi).


La Dott.ssa nordamericana Kathleen Berchelmann, pediatra presso il St. Louis Children’s Hospital e assistente di Pediatria presso la Washington University School of Medicine, è cofondatrice e direttrice di ChildrensMD, un blog scritto da cinque mamme dinamiche che esercitano la professione di pediatra, in cui vengono condivisi consigli e opinioni su come applicare la scienza e la medicina nella maternità. Kathleen e suo marito hanno cinque figli. Entrambi sono fondatori di CatholicPediatrics.org.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
bambinieducazionefamigliainfanzia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni