Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

10 modi per amare i vostri figli senza usare le parole

Zurijeta
Condividi

Esistono dei piccoli gesti che fanno la differenza, come guardare negli occhi o mangiare insieme

Nel libro dei Proverbi (22:6) si legge: “Abitua il giovane secondo la via da seguire; neppure da vecchio se ne allontanerà”. Qual è il modo corretto per educare i bambini in questo modo? In primo luogo, voglio crescere i miei figli ad amare come ha fatto Gesù. Ecco dieci semplici cose che potete fare ogni giorno per amare pienamente i vostri figli, e per insegnare loro ad amare come Gesù ha amato.

1. Stabilite un contatto visivo con i vostri bambini

Guardare negli occhi richiede solo pochi secondi, ma la maggior parte delle volte in cui rispondiamo ai nostri figli siamo concentrati sul nostro lavoro. Prendetevi un momento per alzare gli occhi dalle vostre attività, dal computer, dal telefono o dagli elettrodomestici che state usando e parlate al vostro bambino guardando nei suoi splendidi occhi. Fatelo e vi illuminerà la giornata.

2. Mostrate ai vostri figli il vostro affetto anche attraverso il contatto fisico

Ogni essere umano ha bisogno del contatto fisico. Se non abbracciate a sufficienza i vostri figli, loro cercheranno altrove l’affetto fisico. I bambini più grandi, in particolare, potrebbero essere riluttanti ad iniziare un rapporto con i genitori in cui ci sia affetto fisico.

Toccate il braccio di vostro figlio mentre parlate con lui, tenetegli la mano mentre camminate, giocate con lui dondolando le braccia quando lo andate a prendere a scuola. I bambini che non imparano ad avere un contatto fisico sano e amorevole nei primi anni di vita possono sviluppare problemi nelle relazioni fisiche da adulti, e possono diventare più esposti al rischio di abusi sessuali.

3. Fate in modo che i vostri figli dormano abbastanza

La mancanza di sonno ci rende egoisti e scontrosi. È difficile amare gli altri quando si è troppo stanchi. Dormire a sufficienza aiuta a guarire le ferite, riduce i rischi di obesità infantile, migliora il rendimento scolastico e permette di avere una sana socialità. Di quanto sonno hanno bisogno i vostri figli? E come poterli mandare a letto presto? La mia amica e collega Dott.ssa Kelly Ross ha condiviso la sua ricerca sull’incidenza della mancanza di sonno sul benessere dei figli e dei genitori: non dormire a sufficienza fa sì che i genitori abbiano meno pazienza con i figli.

4. Evitate di gridare contro i vostri figli (o almeno provateci)

Gesù non urlava, perché dovremmo farlo noi contro i nostri figli? Controllare la rabbia è veramente fondamentale per lo sviluppo cerebrale dei nostri figli. È stato dimostrato che un’educazione rilassata  aumenta le dimensioni dell’ippocampo, la parte del cervello che, tra le altre cose, regola lo stress, le emozioni e la memoria.

In una ricerca della Dott.ssa Joan Luby della Washington University è stato valutato il comportamento che i genitori hanno verso i figli in situazioni di stress. Dopo è stato studiato il cervello dei bambini quando hanno raggiunto l’età scolare; i bambini che in momenti di stress hanno ricevuto un approccio affettuoso da parte dei genitori, avevano in effetti un maggiore volume dell’ippocampo.

Prendete la decisione di cercare nuovi modi di relazionarvi con i vostri figli quando vi fanno perdere la pazienza. Io ho smesso di dare pacche sulla schiena dei miei figli; ho iniziato a usare altri metodi per riprenderli, come dare un nuovo ordine, mettere per iscritto i castighi che ricevono, dare loro lavoretti extra e molti altri trucchi per tenerli sotto controllo. Ora i nostri figli si arrabbiano molto meno, ed è lo stesso anche per me.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni