Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 16 Settembre |
Santi Cornelio e Cipriano
home iconStile di vita
line break icon

12 modi per rapportarsi agli adolescenti

Helga Weber-cc

Roberta Sciamplicotti - Aleteia - pubblicato il 02/07/15

La pacifica “chiamata alle armi” di don Paolo Tondelli nel libro “Adolescenti e Vangelo”

“L’adolescenza è una età bellissima, piena di contraddizioni, inventata da Dio per dare un futuro di felicità a ogni donna e a ogni uomo”, in cui i giovani hanno bisogno di “un educatore, un adulto che li accolga, che non gli faccia da Wikipedia, che non consulti il Manuale delle giovani marmotte per trovare una risposta a tutto, ma stabilisca con loro una relazione, sappia fare scommesse”.

Così monsignor Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina, introduce il libro di don Paolo Tondelli “Adolescenti e Vangelo. Una ricerca di alleanza” (Paoline), che nasce dal blog attivato dal sacerdote per trattare argomenti che riguardano il cammino di fede dei giovani, condividendo le esperienze riportate per aiutare quanti condividono con lui l’esperienza educativa e sottolineando la necessità di avere in primo luogo uno sguardo corretto sui ragazzi.

Ecco allora alcuni suggerimenti per affrontare il delicato momento dell'adolescenza e per rapportarsi ai giovani in modo proficuo in questa fase della loro vita, partendo dall'“inculturazione”, cioè dal comprendere “i simboli con cui i giovani parlano, vivono, si esprimono”.

1 NO AL TABÙ SULLA SESSUALITÀ
I giovani, osserva don Paolo, desiderano vivere questa dimensione della vita in modo consapevole. “Si rendono conto come essa sia influenzata dal modello morale prevalente nella cultura in cui vivono e per questo motivo le ragazze ne soffrono di più rispetto ai maschi. Inoltre potrebbe essere uno degli elementi che contribuisce all’allontanamento dalla pratica della fede e a fare percepire come poco lecito ciò che riguarda questi argomenti. Quindi si va alla ricerca di un responsabile che viene proprio identificato con la Chiesa”.

In questo contesto, bisogna “mostrare l’aspetto positivo della morale cattolica riguardo questa dimensione che è da difendere come realtà 'buona'”.

2 VALORIZZARE L'ESPERIENZA TERRENA
I giovani percepiscono che per poter realizzare se stessi occorre affrontare la vita e le sue sfide senza fuggire dal presente, ma questo si scontra a volte con un modo di porsi da parte degli educatori che può “erroneamente mostrare il cammino di fede come una realtà che invita ad avere solo uno sguardo sempre rivolto in avanti e in alto, dimenticando ciò che è importante per la vita oggi”.

Siamo, quindi, interpellati a far sì che il nostro parlare non sia fuori dalla storia e dal mondo, per evitare la fuga di tanti alla ricerca di altre proposte, perché le nostre risultano loro incomprensibili.

Accanto a questo, emerge la necessità di assumere un atteggiamento non passivo nei riguardi della vita. “I giovani sentono di dover dare un contributo essenziale al costruirsi del proprio destino”, e questo “potrebbe scontrarsi con un approccio alla fede che invita a una posizione passiva alimentata da una speranza eccessiva di aiuto da parte di Dio”.

3 CURARE LA COERENZA POLITICA DELLA CHIESA
“Spesso il contrasto colto è tra gli annunci di neutralità della Chiesa e quello che viene interpretato come un insieme di azioni fatte apposta per influenzare, in particolare quando si tratta di temi caldi che riguardano alcuni interventi che vanno a toccare l’ambito morale della persona”.

4 RIVALUTARE IL RUOLO DELLA DONNA
Per i giovani, negli ambienti ecclesiastici si constata “un certo sospetto o comunque poca attenzione verso le donne”, il che comporta soprattutto per le ragazze “una difficoltà a rendersi partecipe della vita delle comunità”. Occorre, quindi, agire perché i giovani non si rivolgano ad altre realtà non riuscendo a trovare nelle comunità cristiane di cui fanno parte i mezzi e le attenzioni adeguati alle proprie esigenze soggettive.

5 CURARE LO STILE DI TRASMISSIONE
Uno dei limiti delle attività educative, osserva don Paolo, è quello di non riuscire a comunicare in modo giusto ciò che si desidera trasmettere. Risulta quindi determinante “la cura di uno stile che sia empatico, influenzato sia dalla relazione personale sia dall’ambiente, usando vari linguaggi e utilizzando, come mezzo di comunicazione, la propria vita narrata come 'luogo di incarnazione'”.

6 ACCETTARE I GIOVANI COME SONO
“Punto di partenza di ogni cammino educativo è l’accettazione incondizionata dei giovani così come sono e non come si vorrebbe che fossero”. “Se un giovane è quello che è ci saranno delle motivazioni che non possiamo ignorare”.

  • 1
  • 2
Tags:
educazionegiovani

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
5
Gelsomino Del Guercio
Don Ambrogio Villa: il demonio mi ha fatto vergognare durante un ...
6
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni