Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Aleteia logo
home iconStile di vita
line break icon

Perché la sofferenza di un innocente non giustifica il tuo rifiuto di Dio?

Muffinbasket / Flickr / CC

Catholic Link - pubblicato il 30/10/14

È il mistero che entrando in contatto con il mondo ci dà una luce nuova per decifrare il problema. “Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo” (Gv 1,9). Una verità che si dà nel contatto, nell’esperienza reale e concreta dell’Amore di Dio che assume il “cosmos” da dentro. “E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi” (Gv 1,14). Cristo è la luce vera che viene nel mondo che è tra le tenebre e abitando in noi ci porta la presenza di Dio e dà un senso redentore alla sofferenza.

La Luce della vita entra in contatto con le tenebre del nostro mondo e le vince in una dinamica di misericordia, assumendole in sé: “In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno accolta” (Gv 1,4-5). È in Cristo che l’Infinito si unisce con il finito, che l’uomo può entrare in Dio per ricevere una nuova modalità di esistenza, un nuovo sguardo, che dall’amore misericordioso è capace di comprendere e affrontare con speranza la realtà del male in tutte le sue dimensioni. Perché il Signore, con la sua incarnazione, morte e resurrezione, ha fatto brillare la sua luce tra le tenebre; ora la sua luce rifulge in ciascuna delle fessure del nostro mondo. Tutto è stato colmato con il suo Amore. Non c’è sofferenza o esperienza umana che gli sia estranea. Tutto può trovare in Lui un senso perché Lui ha superato i limiti di questo mondo, ha superato il tempo e lo spazio del nostro secolo (incapace di prometterci un’autentica giustizia). Ora Dio ha trasformato il tempo in tempo di salvezza, e così ogni spazio può entrare in contatto con l’eterno. In questo modo ci viene donata la vera possibilità di una vita futura – i cieli nuovi e la terra nuova –, in cui alla fine dei tempi la giustizia raggiungerà la sua pienezza.

La fede integrale, che si manifesta nell’amore, è la chiave d’accesso per comprendere tutto questo, perché ci porta all’adesione vitale al Signore. In Lui e a partire da Lui il nostro sguardo diventa capace di rispondere alla paradossalità della nostra esistenza. L’esperienza di questo incontro con Colui che ha vinto la morte e il peccato è quella che ci permette di affermare con autorità e realistica speranza ciò che il Catechismo afferma al numero 1040:

«Conosceremo il senso ultimo di tutta l’opera della creazione e di tutta l’Economia della salvezza, e comprenderemo le mirabili vie attraverso le quali la provvidenza divina avrà condotto ogni cosa verso il suo fine ultimo. Il giudizio finale manifesterà che la giustizia di Dio trionfa su tutte le ingiustizie commesse dalle sue creature e che il suo amore è più forte della morte».

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
sofferenza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
6
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni