Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Maurizio
home iconStile di vita
line break icon

I genitori possono essere colpevoli dell’odio tra i figli?

© Phineas H

Juan Ávila Estrada - Aleteia - pubblicato il 28/03/14

Insegnare ai piccoli ad accarezzare la pancia della madre, a parlare al piccolo dall'esterno per iniziare a socializzare con lui, ad aiutare la mamma nelle cure del bebè, ad accarezzare, baciare e abbracciare il nuovo arrivato. In questo modo il fratello smette di essere un rivale per diventare una bellissima responsabilità.

Di fronte alla perdita di uno dei figli, i genitori devono cercare aiuto per affrontare adeguatamente il lutto e non trascurare gli altri figli, che sentono di avere bisogno dell'affetto dei genitori.

È importante saper pianificare l'economia familiare perché quando si compra una cosa a un figlio anche gli altri la possano avere.

Anche se è certo che con alcuni figli può esserci una maggiore empatia per il loro carattere, è anche vero che questo non può essere un ostacolo a che gli altri sentano l'amore e l'attenzione di mamma e papà.

Quando in famiglia c'è dialogo sufficiente, i figli devono conoscere le strategie utilizzate dai genitori per dotarli a poco a poco di ciò di cui hanno bisogno. È necessario che le responsabilità familiari vengano condivise, non in modo equo, ma in base alle capacità di ciascuno, comprendendo che al più grande verrà chiesto di più.

Al momento di castigare le liti tra fratelli, si punisce non solo chi ha iniziato, ma anche chi ha continuato. Per litigare bisogna essere almeno in due. Castigare uno solo dei figli porterà l'altro a deriderlo e a incrementare l'odio da parte del fratello.

Per essere genitori che generano amore tra i membri della propria famiglia, insomma, è importante che l'affetto e la cura siano ripartiti in modo equo. In questo modo si eviteranno sentimenti fratricidi nel contesto familiare.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
figligenitori
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni