Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Santi Crispino e Crispiniano
Approfondimenti

Meno regali, Capodanno in casa e più disagio sociale. Le feste amare degli italiani

JEAN-PIERRE MULLER

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Team - pubblicato il 27/12/13

Il Sir: italiani impreparati culturalmente alla povertà. Letta: per il nuovo anno varati 800 milioni per risollevare chi è in difficoltà

Niente pacchetti sotto l’ albero per una famiglia italiana su cinque, e cena e pranzo meno sontuosi per quasi tutti. La crisi economica ha gelato anche questo Natale 2013 e tutti, consumatori e produttori, segnalano cali talvolta anche a due cifre nella spesa per le festività.
Una famiglia su cinque non ha fatto regali e la spesa ha registrato una contrazione dell’ 11,4% rispetto al 2012, secondo i calcoli effettuati dall’ Osservatorio Nazionale Federconsumatori, che ha stilato il bilancio di quanto gli italiani hanno destinato ai regali natalizi. La spesa media delle famiglie è stata di 131 euro, e nel complesso si è attestata su 3,35 miliardi.

Ancora peggiori le stime del Codacons, che parla di tagli ai regali in media del 15%: complessivamente, afferma l’ associazione, per regali, addobbi, viaggi, insomma tutto il non alimentare, gli italiani hanno speso 600 milioni di euro in meno rispetto al 2012, e ben 7,7 miliardi di euro in meno rispetto a quanto si spendeva per Natale nel 2007, prima che cominciasse la crisi. (Avvenire, 27 dicembre).

E in vista del Capodanno lo scenario sembra addirittura peggiorare. Sono circa 4 milioni gli italiani che trascorreranno l’ultimo dell’anno fuori casa con una riduzione stimata pari all’11% rispetto al 2012. E’ quanto sostiene la Coldiretti nel sottolineare che, però, ben sei italiani su dieci (60%) alloggerà in case di proprietà o di parenti o amici. (Il Sussidiario 27 dicembre)

Insomma, sono festività che cadono in un momento di grande difficoltà per gli italiani. «Scoprirsi più poveri e continuare a sperare. È l’Italia del 2013 e che si affaccia al 2014», titola un editoriale del direttore del Sir, Domenico Delle Foglie. «Scoprirsi poveri, per milioni e milioni di italiani che non hanno memoria della povertà, è stato ed è un autentico choc collettivo», dal quale «non ci siamo ancora ripresi, al punto che continuiamo a raccontare storie di persone che per dignità celano la loro nuova condizione di disagio sociale. Pensionati e anziani, ma non solo. Anche giovani, a cui le famiglie non riescono a garantire più nulla di quanto sino all’altro ieri era certo». «La verità – secondo Delle Foglie – è che non ci siamo preparati culturalmente e spiritualmente alla povertà». (AgenSir, 25 dicembre)

Una spallata al contrasto alla povertà per il 2014 proverà a darla il decreto mileproroghe appena varato dal Consiglio dei Ministri. «E’ un intervento di tipo amministrativo che assegna 2,2 miliardi a sostegno alle imprese, 700 milioni alle misure a sostegno del lavoro e dell’occupazione, 300 milioni per il contrasto alla povertà e 3 miliardi di euro a sostegno delle economie locali», spiega il premier Enrico Letta. «Il disagio sociale in questo momento – prosegue – rappresenta la trincea più difficile». Complessivamente gli interventi anti-povertà per il nuovo anno si aggirano sugli 800 milioni, «500 stanziati in precedenza e 300 milioni adesso», chiosa il capo del Governo. (Redattore sociale, 27 dicembre)

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
crisi economicaitaliapovertà
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni