Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Febbraio |
San Giuseppe da Leonessa
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Uscivo con un ateo. Ecco cosa ho imparato

Atheism dice God

Frank H H | Shutterstock

Cerith Gardiner - pubblicato il 09/01/23

Fare un salto di fede con una persona senza fede si è dimostrato illuminante nei modi più strani

Trovarsi a uscire con qualcuno a più di 40 anni è stato quantomeno da incubo. Pensavo che essere stata sola per qualche anno mentre allevavo da sola degli adolescenti fosse difficile, ma cercare di trovare un partner adatto da amare è una sfida di gran lunga maggiore.

Mi sono sempre ritenuta una persona molto aperta, e amo vedere dove Dio mi porterà. Quando ho incontrato qualcuno online che sembrava soddisfare vari requisiti in termini di percorso di vita, interessi condivisi e stesso luogo di provenienza (cosa che invecchiando è diventata sempre più importante), ho pensato che valesse la pena di provare.

C’è stato però un grande ostacolo: quest’uomo è ateo.

Pensavo che non sarebbe stato un grande problema, e non volevo giudicarlo solo in base alla sua mancanza di fede. Dopo tutto, non sappiamo mai esattamente cosa accade nel cuore di una persona.

E allora ho incontrato Damien, chiamiamolo così, per un primo appuntamento. È molto estroverso, e ha parlato con amore dei suoi figli – ottimo bonus! Quando io gli ho detto che scrivo per un sito web cattolico è sembrato piuttosto colpito, anche se ha ammesso di non credere in Dio.

Come faccio spesso quando le persone hanno forti convinzioni diverse dalle mie, ho lasciato stare. Aveva le sue ragioni, che rispettavo, e sono abbastanza salda nella mia fede da pensare che avrebbe rispettato le mie scelte.

Avevo torto.

Al nostro secondo appuntamento, mi sono trovata di fronte a domande sul motivo per cui credo in un “personaggio di fantasia che vive sulle nuvole”. È un commento che sono abituata a sentire, e ho parlato della gioia e del conforto che mi ha portato negli anni il fatto di essere cattolica. Ho anche parlato del privilegio di imparare e di scrivere su alcuni degli uomini e delle donne più santi della Chiesa, per me costante fonte di ispirazione.

Mentre continuavo a discutere di qualcosa che per me era importante, ho sentito una sorta di disprezzo da parte di quell’uomo. Quasi un senso di superiorità. Mi ha dato fastidio. Dopo tutto, è così facile opinare su una cosa che non si conosce, e sono abbastanza sicura del fatto che la sua educazione religiosa sia stata minima.

Essendo però un po’ tonta, pensavo che sarei riuscita a conoscerlo un po’ meglio. Abbiamo mangiato insieme qualche volta, e lui mi ha presa in giro per le mie “convinzioni da favola”, cosa che mi ha fatto sentire triste per lui. Mentre io traggo diletto dal fatto di vivere con speranza e fede, la sua vita sembrava dettata dal denaro e dal cinismo.

Come potete immaginare, Damien ha perso tutto il suo fascino, ed è bastato un episodio particolare per farmi abbandonare completamente l’idea di rivederlo.

Avevo un’infezione al petto e dovevo prendere degli antibiotici. L’ho detto a Damien, e lui ha replicato: “Non hai sicuramente bisogno degli antibiotici, hai il tuo dio”.

È stato come una secchiata d’acqua gelata addosso. “Il Damien deludente”, come lo chiamo ora, doveva sparire. Gli ho mandato un messaggio dicendo, in sintesi, che mi sentivo ridicolizzata e non rispettata per le mie convinzioni religiose, che mi dispiaceva che nutrisse un tale disprezzo nei confronti delle mie scelte e che gli auguravo il meglio per il futuro.

Mi ha risposto augurandomi il meglio e che vedessi il “male nella religione”.

Potreste chiedervi perché mai abbia deciso di uscire con un ateo. Non avrebbe mai potuto esserci una base comune.

È vero. Ero, e sono ancora, un po’ troppo ingenua. Suppongo che fossi curiosa, magari che mi sentissi un po’ sola, e anche aperta alle possibilità.

Questa esperienza non ha fatto altro che rafforzare le mie convinzioni e farmi sentire molto grata per loro. Ho visto anche una persona che, pur sentendosi intellettualmente e moralmente superiore, era priva di speranza e non si emozionava per i misteri della vita e la vita eterna che ci aspetta.

Uscirei di nuovo con un ateo? La risposta è un grande e deciso “No”.

Tags:
appuntamentiateorapporti affettivirapporti interpersonali
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni