Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 28 Novembre |
Santa Caterina Labouré
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Il dispositivo che sta eliminando l’utilizzo di cellulari in scuole e spettacoli

Sarah Robsdottir - pubblicato il 06/10/22

Le persone che hanno già usato l'applicazione hanno verificato che alcune ore senza telefono sono un'esperienza profonda

Le scuole superiori di Philadelphia, negli Stati Uniti, hanno fatto notizia di recente per l’utilizzo di un dispositivo per custodire i telefoni cellulari degli studenti, impedendone il funzionamento.

Si tratta di una sorta di “borsa” per custodire i cellulari durante le lezioni. Chiamato Yondr Pouch, il dispositivo a chiusura magnetica consente agli studenti di tenere i loro telefoni cellulari vicino, ma senza poterli usare. In questo modo, gli studenti possono concentrarsi maggiormente sulle lezioni e sulle interazioni interpersonali.

Yondr Pouch

Anche se lo Yondr Pouch sta aiutando le scuole, la sua origine e il suo uso principale si riferiscono alle sale per spettacoli. Il dispositivo è stato inventato nel 2014 por Graham Dugoni, ex giocatore di football semiprofessionista di 32 anni che si infastidiva molto per le distrazioni provocate dall’uso dei telefoni cellulari durante gli show.

Non sorprende, quindi, che molti dei primi fans di Yondr Pouch siano stati artisti come Alicia Keys, John Mayer e Jack White, che ne hanno richiesto l’uso in molti dei loro show.

Il pubblico deve affittare i dispositivi per circa 3 dollari, mentre l’acquisto della borsetta per i bambini in età scolare ne costa circa 15.

Il dispositivo, che non interferisce con la ricezione del cellulare, funziona facendo sì che all’inizio dello spettacolo o dell’orario scolastico le persone mettano i loro telefoni in sacchetti di dimensioni leggermente più grandi di quelle del cellulare. Prima dell’uscita, poi, si visita una “stazione di sblocco” magnetica ad alta potenza.

La gente che frequenta i concerti, come anche gli studenti delle scuole superiori, all’inizio protestano per la Yondr Pouch, ma quando si rendono conto che il telefono è ancora in vibrazione e che possono recarsi nella hall o nella stanza del preside per sbloccarlo per una chiamata importante si rilassano quasi sempre.

Voti migliori

I frequentatori degli spettacoli riferiscono che lo Yondr Pouch li ha aiutati a “concentrarsi sul momento” anziché distrarsi con il telefono. Gli allievi come quelli della

San Lorenzo High School
, in California, hanno sperimentato un miglioramento nel risultato delle verifiche, come anche nella socializzazione all’interno della scuola.

Ad ogni modo, molti studenti, genitori e frequentatori di spettacoli non sono contenti di Yondr Pouch. “Non mi sentirei al sicuro senza il mio telefono”, ha affermato Lance Plume, 18 anni, studente dell’ultimo anno di una scuola secondaria di Philadelphia. Allo stesso modo, molti frequentatori degli spettacoli amano avere le immagini dello show nel cellulare come ricordo. Non sorprende, quindi, che ci sia una serie di petizioni contro l’uso del dispositivo su siti come Change.org.

L’ideatore di Yondr Pouch non si lascia intimidire. Di fronte a sempre più istituzioni e artisti che abbracciano sua invenzione, chiarisce di essere concentrato sulla guida del movimento: “Stai qui, ora”, dice il suo sito web.

Il sito presenta anche un link a un festival annuale di musica “senza cellulare” che organizza, e una citazione del filosofo cristiano Søren Kierkegaard: “Le cose più grandi e più belle della vita non devono essere ascoltate, lette o viste; devono essere vissute”.

Tags:
applicazionecellularescuolaspettacolotelefono
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni