Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 26 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Ascoltare musica migliora i risultati nello studio e nel lavoro

ASCOLTARE MUSICA

Ground Picture | Shutterstock

Silvia Lucchetti - pubblicato il 31/08/22

Secondo una recente ricerca effettuata negli Stati Uniti ascoltare musica (senza parole) migliora la capacità mnemonica e fa ottenere migliori risultati nello studio

La rubrica “Buone Notizie” del Corriere ospita un interessante articolo sugli effetti positivi dell’ascoltare musica sullo studio e sul lavoro.

Lo studio americano

Un recente sondaggio condotto da OnePoll per conto della Colorado State University su 2000 americani tra i 18 e i 76 anni ha evidenziato come il 75% di essi dichiari che l’ascolto della musica ha migliorato le loro capacità mnemoniche, mentre l’84% ha conseguito migliori risultati negli studi riportando punteggi omologabili alla fascia di voti 25-30/30 dell’università italiana.

I giovani ascoltano musica mentre studiano e lavorano

La tendenza ad ascoltare musica durante studio e lavoro è maggiore nei soggetti più giovani, molto più multitasking dei loro genitori. Nella fascia 18-25 anni la percentuale di chi studia con gli auricolari nelle orecchie si attesta intorno al 60%, mentre solo il 41% circa degli intervistati fra i 58-76 anni ha dichiarato che ai suoi tempi studiava ascoltando musica.

Non solo musica anche podcast

Per le nuove generazioni l’accompagnamento alla scrivania non è solo musicale: infatti il 30% ascolta anche i suoni della natura, e un 24% riesce a concentrarsi sui libri perfino orecchiando un podcast. Molti di loro ritengono di essere facilitati nell’affrontare i test (64% contro 45%) e di andare a lezione con la sensazione di essere meglio preparati (80% contro 66%).  

FEMME ÉCOUTANT MUSIQUE

Più voglia di lavorare se si ascolta musica

Terminati gli studi questa abitudine viene trasferita anche sul lavoro. Oggi 2 americani su 3 dichiara di ascoltare musica mentre lavora: l’89% grazie a ciò si sente più “produttivo” e l’84% vorrebbe addirittura lavorare di più.

La musica classica al primo posto

La classifica dei generi musicali più gettonati da studenti e lavoratori a stelle e strisce, con accanto le relative percentuali di gradimento, è la seguente: Classica (31%), Rithm & Blues (28%), Country (28%), Rock (26%), Vecchi classici (26%), Gospel (25%), Jazz (23%), Hip hop (22%), Pop (21%9), Colonne sonore strumentali (21%).

Controproducente ascoltare musica che contiene parole

Il totale è ben superiore al 100% perché gli intervistati erano autorizzati ad esprimere più di una preferenza. Come si può vedere non tutta la musica è uguale nel migliorare il rendimento, ed addirittura controproducente sembra quella che contiene parole: infatti si corre il rischio che l’attenzione si sposti dal compito da svolgere all’ascolto del testo della canzone, specialmente se quest’ultima è ancora sconosciuta (boxcommunication.it).

Un rapporto tra italiani e musica

Per quanto riguarda il nostro Paese, Sonos (azienda statunitense d’elettronica di consumo) ha elaborato insieme a Doxa un rapporto tra italiani e musica, da cui si evince che la quasi totalità degli intervistati dichiara di ascoltare musica ogni giorno, e 6 su 10 la ascoltano dalle 2 alle 6 ore quotidiane (milanofinanza.it).

L’85% dichiara di ascoltare musica mentre lavora

L’85% degli italiani dichiara di ascoltare musica mentre lavora: per il 59% la motivazione risiede nel miglioramento dell’umore, per il 35% la ragione sta nel lavorare meglio, per un terzo il motore è l’aumento della produttività. Anche rispetto ad una nota passione nazionale, la tazzina di caffè, per cui solo il 25% degli italiani ritiene che aumenti la produttività, la musica è vincente e preferita dal 51%.

Ascoltare musica migliora il feeling di coppia

Secondo il sondaggio effettuato da Sonos e Doxa, il 56% degli intervistati sente una connessione immediata quando incontra qualcuno con gli stessi gusti musicali, e il 53% afferma che avere buon gusto musicale rende più attraenti. Inoltre secondo i dati raccolti ascoltare insieme musica può migliorare il feeling di coppia, tanto che il 55% del campione afferma che una musica adatta può rendere migliore l’intesa sessuale.

Musica e sport

Musica “benedetta” anche quando si fa sport, tanto che quasi 9 italiani su 10 la ascoltano mentre si allenano. La metà degli intervistati si diverte mentre ascolta musica e fa attività fisica, mentre per un terzo di loro questo accoppiamento permette di allungare i tempi di allenamento, di aumentare il carico di lavoro muscolare e di non perdere il ritmo fra un esercizio e l’altro.  

Tags:
giovanilavoromusicastudio
Top 10
See More