Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 06 Febbraio |
Santi Paolo Miki e compagni
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

8 abitudini da bravi figli che possiamo avere nei confronti di nostra Madre

HOLY SPIRIT

Pascal Deloche | Godong

Catholic Link - pubblicato il 25/08/22

di María Belén Andrada

Quando si avvicina una festa della Madonna, il cuore si riempie del desiderio di amarla un po’ di più, di avere un’attenzione speciale che solo lei vede. Ci sono però anche giorni che sembrano passare inosservati, in cui non vogliamo che quell’amore si raffreddi. Per questo contiamo su molte devozioni e preghiere a Maria.

Le devozioni mariane sono norme di pietà o preghiere che ci aiutano a crescere nell’amore filiale, vicino e intimo che abbiamo nei confronti della Beata Vergine.

Ci aiutano anche a ricordare che anche se Lei è salita al Cielo rimane accanto a noi. Anche se è Regina, è Madre. E noi siamo – veramente – i suoi figli.

In questo articolo vorrei condividere con voi alcune di queste devozioni e preghiere a Maria che possono aiutarci in questo: saperci suoi figli.

E vogliamo essere dei bravi figli! Per questo, ecco qualche devozione mariana che può diventare un’abitudine e che richiede meno di un minuto!

1. Avete una fotografia di vostra Madre?

Molti figli hanno una fotografia della propria madre – nel soggiorno o in camera da letto, o sul posto di lavoro.

Allo stesso modo, non deve mancare un’immagine della Mamma celeste! Molti la tengono su un piccolo altare a casa o in ufficio, e lì Lei è presente.

2. Salutatela quando arrivate o uscite di casa

Se avete una sua immagine, potete rivolgerle uno sguardo quando entrate o uscite dalla stanza – come quando entrate in una stanza e c’è vostra madre e la salutate, o quando la salutate uscendo. Rivolgete uno sguardo anche a Lei, sarà un saluto e un “A presto”.

3. Non manchino le parole affettuose!

Ci sono sicuramente momenti in cui rivolgete qualche parola affettuosa a vostra madre: “Ti voglio bene”, “Quanto sei bella!”, “Mi piace la tua camicetta!”, “Quel taglio ti sta benissimo!”

Allo stesso modo, le giaculatorie sono parole d’amore e piccoli complimenti che rivolgiamo a nostra Madre.

Sono piccole preghiere che possiamo dedicarle con molto affetto, ad esempio «Benedetta Tu che hai creduto!» , «Dolce Cuore di Maria, sii la salvezza dell’anima mia», «Benedetta sia la tua purezza e lo sia in eterno», «Rallegrati, Maria, piena di grazia» e tutte quelle che volete aggiungere o inventare, perché l’amore è creativo.

4. «Buona notte!»

Come i bambini salutano le loro madri prima di dormire – e molti adulti le chiamano al telefono prima della fine della giornata -, vedrete quanto è bello dormire dopo aver dato anche a Lei la «buona notte».

Un’usanza è quella di recitare tre Ave Maria prima di dormire, pregando per la propria purezza e per quella altrui. Tra le preghiere a Maria, questa è molto bella, perché è, come dicevo, simile a dirle «buona notte».

Il nostro ultimo pensiero del giorno può benissimo essere per Lei.

5. I bravi figli ricordano il compleanno…

…e gli anniversari. Quando si avvicina una celebrazione della Madonna, festeggiate con Lei. Oltre a recitare alcune di queste devozioni mariane o preghiere che volete dedicarle, potete letteralmente festeggiare con Lei.

Ad esempio, prendete una cioccolata, regalatevi uno spuntino speciale, indossate dei vestiti che indosserete quando festeggerete il compleanno di vostra madre.

Un inciso: quando noi celebriamo un compleanno, a volte facciamo gli auguri al festeggiato e poi alla madre, dicendo “Auguri anche a te, che sei la mamma!». Che bel dettaglio, ad esempio a Natale, dopo aver fatto gli auguri a Gesù, farli anche a Lei e unirci alla sua gioia!

6. Dettagli d’affetto

Sabato è il giorno dedicato specialmente a Maria. Quel giorno potete avere qualche gesto speciale nei suoi confronti, come una piccola preghiera o mortificazione. Ad esempio, potete recitare una preghiera di consacrazione a Lei.

Potete anche fare quello che fanno tutti i figli: portarle dei fiori, andare a farle visita (in un santuario, per esempio) o farle un piccolo regalo (come un atto di carità).

7. Chiacchierare con Lei

Molti hanno sicuramente lunghe conversazioni con la propria madre. Con nostra Madre, abbiamo una delle devozioni mariane «per eccellenza»: il Rosario.

Quando recito il Rosario, mi immagino seduta – o mentre cammino – con mia Madre, e ogni Ave Maria (che è una preoccupazione, un’intenzione o una richiesta) fa parte della conversazione.

8. Ricordatele momenti felici

Quasi automaticamente, le conversazioni con la madre possono assumere il tono di «Ti ricordi…?» Quanto sono felici le madri quando possono raccontare come hanno incontrato il loro marito o quando ci hanno visto nascere!

Per questo l’Angelus e il Regina Caeli sono tra le devozioni mariane più preziose, perché ricordano a Maria i momenti più felici della sua vita: quando l’Angelo le ha annunciato che sarebbe diventata madre, quando ha detto “Sì” alla sua vocazione, quando è nato Suo Figlio, quando lo ha rivisto e vedendolo si è rallegrata perché tutte le promesse divine si erano realizzate.

Credo che ci siano molte altre devozioni mariane valide e preziose. Queste sono solo alcune, con le quali potete iniziare a dire: «Mamma, voglio avere un vero rapporto Madre-figlio con te». Quanto sarà felice!

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni