Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 06 Ottobre |
San Bruno
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

“Lo scisma nella Chiesa è una vera minaccia” – L’ombra della guerra sulla visita del Papa in Kazakistan – & altro…

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
Archbishop Guzdek with Pope Francis

Antoine Mekary | ALETEIA

i.Media per Aleteia - pubblicato il 22/08/22

Ogni giorno, Aleteia offre una selezione di articoli scritti dalla stampa internazionale sulla Chiesa e le questioni principali che preoccupano i cattolici nel mondo. Le opinioni e i punti di vista espressi in questi articoli non sono quelli degli editori.

1- “Lo scisma nella Chiesa è una vera minaccia”

2- L’ombra della guerra sulla visita del Papa in Kazakistan

3- Cos’è un concistoro? 

1- “Lo scisma nella Chiesa è una vera minaccia”

Il filosofo italiano Massimo Borghesi, autore di una biografia di Papa Francesco, considera il rischio di scisma all’interno della Chiesa una “minaccia reale”. Le posizioni pastorali di Papa Francesco, soprattutto in materia di etica familiare, gli sono valse numerose opposizioni, in particolare tra i vescovi degli Stati Uniti, influenzati dai “teo-conservatori” o “cattolico-capitalisti” che hanno avuto il vento in poppa dopo la presidenza di Ronald Reagan negli anni ’80 e che si erano sentiti a proprio agio con Donald Trump. Per questi pensatori, la lotta contro l’islam e il relativismo post-moderno, come anche quella contro l’aborto, l’eutanasia e le unioni omosessuali, è l’asse imprescindibile del cattolicesimo, e l’impegno sociale di Papa Francesco è il segno di una forma di adesione alla “sinistra”. Di fronte a queste tendenze che assomigliano alla teologia della liberazione, assumono una “guerra culturale” che contribuisce alla polarizzazione della società e costituisce una “tragedia per il cattolicesimo nordamericano” e non solo, visto che la potenza delle reti conservatrici americane dà loro una cassa di risonanza al di fuori degli Stati Uniti. Per Massimo Borghesi, il rischio di scisma proviene molto più da questo fenomeno che dalla via sinodale tedesca, le cui rivendicazioni “progressiste” saranno probabilmente sfumate dai vescovi locali, in grado di elaborare una sintesi realistica dei dibattiti evitando qualsiasi rottura con Roma.

La Razon, spagnolo

2- L’ombra della guerra sulla visita del Papa in Kazakistan

A tre settimane dal viaggio di Papa Francesco in Kazakistan, Crux analizza il contesto di questo viaggio, durante il quale la guida della Chiesa cattolica potrebbe incontrare di nuovo il patriarca ortodosso russo Kirill. I media americani offrono una retrospettiva del contesto, ricordando i discorsi del patriarcato di Mosca e della Santa Sede dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina. Crux offre una retrospettiva del contesto, ricordando i discorsi del patriarcato di Mosca e della Santa Sede dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina, in particolare la famosa frase del Papa riportata dal quotidiano Il Corriere della Sera per cui “il patriarca non può trasformarsi in un chierichetto di Putin”. Queste parole hanno suscitato una risposta critica del patriarcato di Mosca, ma qualche settimana dopo il Pontefice ha anche affermato che è evidente che la sua posizione sia in qualche modo condizionata dalla sua patria, e che Dio conosce le responsabilità morali di ogni persona nel profondo del suo cuore. Il cardinale Kurt Koch, presidente del dicastero per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, è stato più apertamente critico nei confronti del patriarca russo. Ad ogni modo, sottolinea Crux, il Congresso delle religioni mondiali e tradizionali, previsto a Nur Sultan e al quale i due leader religiosi devono partecipare, “potrebbe rivelarsi opportuno”. Organizzato ogni tre anni dal governo kazako, l’incontro mira a promuovere il dialogo tra le religioni.

Crux, inglese

3- Cos’è un concistoro? 

I prossimi giorni saranno intensi in Vaticano, visto che Papa Francesco ha deciso di riunire tutti i cardinali del mondo per riflettere insieme sulla nuova costituzione della Santa Sede il 29 e il 30 agosto. Sabato 27 agosto creerà anche 20 nuovi cardinali in un concistoro. Il media spagnolo Omnes offre gli elementi di base per comprendere i principi di un concistoro, definendolo «la riunione formale del Collegio Cardinalizio» e ricordando che tutti i cardinali formano questo Collegio, che ha la duplice funzione di eleggere il Papa in tempo di conclave e di consigliarlo sul governo della Chiesa o su qualsiasi altra questione che il Pontefice ritenga appropriata. Esistono tre tipi di concistoro: ordinario, straordinario e semi-pubblico. «Quello ordinario o segreto è chiamato così perché nessuno al di fuori del Papa e dei cardinali può essere presente alle sue deliberazioni». Quello straordinario viene convocato quando è motivato dalle esigenze particolari della Chiesa o dalla gravità delle questioni da trattare. È pubblico nel senso che possono essere invitate persone esterne al Collegio Cardinalizio». Il concistoro semi-pubblico è infine chiamato così perché, oltre ai cardinali, vi partecipano anche alcuni vescovi.

Omnes, spagnolo

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
rassegna stampa internazionale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni