Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 22 Maggio |
Santa Rita da Cascia
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

L’“ago” del Papa per cucire l’“unione” con Kirill per la pace

KIRILL-POPE-FRANCIS.jpg

Moscow Patriarchate

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 02/04/22

La mediazione del Vaticano riappare all'orizzonte, e una fonte del Patriarcato di Mosca parla di un possibile vertice per la pace

“Un cristiano senza amore è come un ago che non cuce: punge, ferisce, ma se non cuce, se non tesse, se non unisce, non serve. Oserei dire, non è cristiano”, ha affermato il Papa durante la storica consacrazione della Russia e dell’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria il 25 marzo scorso.

In questa frase è sintetizzato il programma della diplomazia della Santa Sede, che cerca di “cucire” i rapporti con il Patriarca di Mosca, Kirill, e quindi con il popolo russo per porre fine alla “mostruosità della guerra” in Ucraina, parafrasando il Pontefice quando il 30 marzo ha benedetto commosso un gruppo di bambini ucraini rifugiati in Italia.

Papa Francesco e Kirill potrebbero incontrarsi prima dell’estate in territorio neutrale, ovvero né in Vaticano né a Mosca. La Chiesa Ortodossa Russa ha annunciato che sta lavorando a un incontro personale tra il Patriarca e il Papa “quest’anno”.

Kirill e Francesco 

Lo sfondo della notizia è il dramma umanitario che aumenta di ora in ora 30 giorni dopo l’inizio dell’invasione russa. 4 milioni di Ucraini sono fuggiti finora dal loro Paese, e la metà di loro ha tra le mani un orsetto di peluche e l’ultimo gioco che è riuscito ad afferrare. Sono bambini e bambine.

Kirill ha un’influenza notevole nel conflitto, essendo un arcivescovo ortodosso, Patriarca di tutta la Russia, eletto nel 2009 su consiglio dei vescovi della Chiesa russa e in qualche modo consigliere spirituale dell’élite russa, incluso il Presidente Vladimir Putin, e del popolo russo.

Il primo passo del Papa…

La notizia del possibile incontro tra Francesco e Kirill prima dell’estate, dopo la videochiamata recente in cui hanno parlato del conflitto in Ucraina, prende più forza perché la fonte è l’ambasciata russa presso la Santa Sede, che ha rilanciato un articolo di Ria Novosti che raccoglieva dichiarazioni in questo senso del metropolita Hilarion, responsabile delle relazioni internazionali del Patriarcato di Mosca.

La fonte russa conferma che si sta “lavorando” al vertice per la pace, e ha aggiunto che per via dello sviluppo degli eventi in Ucraina il Papa e il Patriarca dovevano comunicare, anche se a distanza.

Il Papa e il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, si sono trovati di fronte a un freddo silenzio da parte di Mosca quando si parlava della volontà di mediazione ufficiale della Sede di Pietro nel conflitto ucraino. Una mediazione per la pace, e non in termini politici.

Il gesto del Papa di “abbassarsi”, uscendo dal Vaticano per andare a far visita all’ambasciatore russo, Aleksandr Avdeev, due giorni dopo l’inizio dell’aggressione russa all’Ucraina, dimostra che Francesco “rammenda” con pazienza la “tela rotta”, e che sottolinea i buoni rapporti con l’ambasciatore, molto vicino a Putin, e con il Patriarcato, che riceve da lì una risposta per misurare il filo del dialogo con il Vaticano. 

  • 1
  • 2
Tags:
guerrapapa francescopatriarca kirillucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni