Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 22 Maggio |
Santa Rita da Cascia
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

La guerra in Ucraina ha già danneggiato quasi 60 templi religiosi

UKRAINE

@donbass.pravoslavniy

Francisco Vêneto - pubblicato il 01/04/22

Uno degli attacchi ha devastato la chiesa che ospitava la popolare icona di Nostra Signora della Gioia dei Sofferenti

La guerra in Ucraina ha già danneggiato quasi 60 templi religiosi, secondo informazioni aggiornate al 28 marzo dal Ministero della Cultura del Paese. Più precisamente, sono almeno 59 gli edifici gravemente danneggiati o del tutto distrutti dagli attacchi russi in otto regioni dell’Ucraina dall’inizio dell’invasione, il 24 febbraio.

Il numero si riferisce principalmente a chiese ortodosse, ma include anche templi di altre tradizioni cristiane e sinagoghe, moschee ed edifici di formazione religiosa.

Il Ministero sta mappando la distruzione per “documentare crimini di guerra contro l’umanità e contro il patrimonio culturale commessi dall’esercito russo”.

I cittadini ucraini possono aiutare in questo compito riferendo di nuove distruzioni mediante un numero telefonico e un indirizzo e-mail diffusi dal Ministero. Le informazioni ricevute alimentano una mappa interattiva, disponibile per essere consultata.

La nota del Ministero della Cultura ucraino registra:

“Mentre i propagandisti del Cremlino coprono cinicamente le loro ambizioni imperiali con l’argomentazione di ‘difendere l’ortodossia’, l’attacco aggressivo delle truppe russe sta distruggendo chiese e altri santuari nelle comunità religiose dell’Ucraina”.

Le regioni ucraine più colpite dagli attacchi russi includono la capitale, Kiev, e Donetsk, Lugansk, Kharkiv, Chernihiv, Zhytomyr, Zaporizhia e Sumy. Particolare tristezza è stata provocata dalla devastazione di una chiesa di Volnovakha nota per ospitare un’icona molto popolare tra gli Ucraini, quella di Nostra Signora della Gioia dei Sofferenti.

La settimana scorsa, anche l’arcivescovo maggiore della Chiesa greco-cattolica ucraina, Sviatoslav Shevchuk, aveva denunciato la distruzione di chiese e altri edifici religiosi nel Paese. Il numero diffuso dall’arcivescovo in quell’occasione arrivava a 44 casi.

Tags:
chieselibertà religiosaucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni