Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 26 Settembre |
Santi Cosma e Damiano
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

7 ragioni per arrivare a Messa in anticipo

MOM,SON,PRAYING

Shutterstock

Benito Rodríguez - pubblicato il 31/01/22

La Messa è il centro della vita del cristiano. Arrivare qualche minuto prima aiuta a viverla in modo più intenso

Assistere alla Messa tutte le domeniche è un dovere del cattolico, ma non si tratta semplicemente di una norma. Se si comprende il vero valore della Santa Messa, si tratta del centro della vita del cristiano. Arrivare qualche minuto prima del suo inizio può apportare molto e aiuta a viverla in modo più intenso.

Ecco sette motivi per arrivare a Messa in anticipo.

1 Essere certi di ascoltare “la Messa intera”

Capita spesso in questa vita frettolosa che si arrivi a Messa quando la celebrazione è già iniziata. Chi arriva tardi non vivrà bene la Messa, e probabilmente distrarrà anche altre persone. È sicuramente un problema, che finisce per influire anche sul Terzo Comandamento, “Ricordati di santificare le feste”.

Papa Francesco afferma che nella Messa Gesù, facendosi “pane spezzato” per amor nostro, si dona a noi e ci comunica tutta la Sua misericordia e il Suo amore, rinnovando il nostro cuore, la nostra vita e i nostri rapporti con Lui e con i fratelli.

Se pensiamo davvero alla Messa in questo modo, sarà più facile programmare di assistervi come merita davvero.

CHURCH

Un buon consiglio è pensare e programmare in quale parrocchia andare e a che ora, stabilendo un orario adeguato per uscire di casa. Se lo facciamo per andare a teatro, ad esempio, per evitare di arrivare a spettacolo già iniziato, a maggior ragione dovremmo farlo per la Messa – non solo per non mancare al precetto, ma per la voglia di vivere con intensità l’enorme regalo e miracolo che il Signore ci dona.

Se siamo sempre sul filo del tempo, a volte arriveremo in orario, altre volte tardi. Meglio arrivare con dieci o quindici minuti di anticipo, per affrontare qualsiasi imprevisto dell’ultima ora.

2 Raccogliersi in preghiera: preparare l’anima e la testa

È facile avere sempre mille cose in testa. Chi non si è sorpreso a Messa con la testa da un’altra parte? Forse si pensa a doveri e preoccupazioni, forse a tutto quello che si deve fare dopo… La Messa è un incontro con Gesù, completamente personale e familiare allo stesso tempo.

Arrivare dieci o quindici minuti prima, con la chiesa semivuota, ci permetterà di calmarci.

CHILD

Si può anche usare quel lasso di tempo per invocare lo Spirito Santo, per mettersi in atteggiamento orante, per chiedere al Signore di aiutarci a vivere la Messa con intensità, deporre ai piedi dell’altare tutte le preoccupazioni e rendere partecipe il Signore delle nostre inquietudini, ma sforzandoci di metterle da parte per concentrarci su di Lui.

Dio è il protagonista assoluto della celebrazione. È realmente lì, non a mo’ di ricordo. La Sua presenza è reale, vera: nella Sua Parola, nell’Eucaristia e nell’incontro di “due o tre riuniti” nel Suo nome. In quei minuti si può avviare una preghiera personale interiore con il Signore. Come gli sportivi si riscaldano prima della performance, per avere i muscoli pronti, un riscaldamento di preghiera con l’anima e la mente serve per essere pronti e vivere bene la Messa, e a non permettere alla mente di vagare altrove.

  • 1
  • 2
Tags:
Messa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni