Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 26 Gennaio |
Conversione di Paolo
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

22 missionari uccisi nel 2021, riferisce un’agenzia vaticana

WEB2-PRIEST-OLIVIER MAIRE-AFP-080_HL_ERUIZ_1514061.jpg

Estelle Ruiz / Hans Lucas / Hans Lucas via AFP

i.Media per Aleteia - pubblicato il 31/12/21 - aggiornato il 31/12/21

In tutto il mondo, nel 2021 sono stati uccisi 22 missionari, due in più rispetto al 2020, riferisce Fides. Per la metà erano sacerdoti

Durante il 2021, 22 missionari sono stati uccisi in tutto il mondo – due in più rispetto all’anno precedente –, ha riferito l’agenzia vaticana Fides il 30 dicembre. Per la metà erano sacerdoti. Tra questi, c’era il religioso monfortano Olivier Maire.

Fides, agenzia che opera in sette lingue, includendo cinese e arabo, e dipende dalla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, pubblica un rapporto annuale sui cattolici venuti a mancare per morte violenta nello svolgimento della loro missione.

Secondo i dati raccolti quest’anno, sono stati registrati ufficialmente 13 sacerdoti, 1 religioso, 2 suore e 6 laici. L’Africa detiene il triste record dei missionari uccisi: 11 – 7 sacerdoti, 2 religiose e 2 laici –, inclusi quattro presbiteri in Nigeria e un religioso e un laico in Sud Sudan. Gli altri quattro missionari sono morti in Angola, Burkina Faso, Repubblica Centrafricana e Uganda.

Seguono il continente americano con 7 missionari uccisi (4 sacerdoti, 1 religioso e 2 laici) – quattro dei quali in Messico, gli altri in Venezuela, Perù e Haiti -, e l’Asia, con 3 missionari uccisi (un sacerdote nelle Filippine e 2 giovani laici in Burma). Per la maggior parte non erano stranieri, e sono morti nella propria patria.

In Europa è stato ucciso un sacerdote: padre Olivier Maire, Provinciale di Francia dei Missionari Monfortani, è stato trovato morto in Vandea il 9 agosto. Un migrante di origine ruandese, noto alle forze dell’ordine per aver appiccato il fuoco alla cattedrale di Nantes nel luglio 2020 e che la comunità religiosa stava ospitando sotto supervisione giudiziaria, si è consegnato alla polizia accusandosi del crimine.

Negli ultimi anni, Africa e America sono state in cima a questa “drammatica classifica”, indica Fides, ma questi dati rappresentano solo la punta dell’iceberg, perché l’agenzia tiene conto solo dei dati più affidabili, e i nomi di tante altre vittime non verranno mai pubblicati.

Dal 2001 al 2020, riferisce la stessa fonte, in tutto il mondo sono stati uccisi 505 missionari. “Non potevano non testimoniare il Vangelo con la forza della loro vita donata per amore, lottando ogni giorno, pacificamente, contro la prepotenza, la violenza e la guerra”.

Tags:
missionarimorte
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni