Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 20 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Perché è stato assassinato il deputato britannico Arness?

david amess

Tolga Akmen / AFP

Macky Arenas - pubblicato il 18/10/21

David Arness è stato pugnalato a morte in una chiesa

Era un politico dichiaratamente pro-vita, cattolico praticante e difensore degli animali. Solo qualche mese fa aveva chiesto al Governo britannico, dal Parlamento, misure per controllare gli attacchi a colpi di arma bianca nel suo Paese.

Il 15 ottobre David Arness è morto, il Paese è commosso e Boris Johnson ha interrotto i suoi lavori in segno di lutto nazionale. La stampa riferisce che il fatto è avvenuto “durante un incontro con gli elettori della sua circoscrizione a Leigh-on-Sea, nella contea di Essex. L’attacco ha avuto luogo in una chiesa metodista, durante un incontro interrotto da un uomo armato di coltello”. L’uomo, di 25 anni, ha attaccato il deputato con un coltello. È stato fermato e si sa che è un cittadino britannico di origine somala.

Incidente terroristico”

Scotland Yard ha dichiarato l’accaduto “incidente terroristico”, e ha affermato che “il Comando Contro il Terrorismo del Met dirigerà le indagini”.

La situazione è simile a quella verificatasi nel giugno 2016 nel caso della deputata laburista 41enne Jo Cox.

In quell’occasione, l’attentatore è stato un militante estremista di destra che soffriva di problemi mentali, e l’aggressione è avvenuta al grido “Britain first!” (Prima il Regno Unito!), motto molto ripetuto dall’estrema destra britannica.

Dopo la morte della Cox, Arness ha sottolineato la sua devozione alla famiglia e la sua responsabilità politica: “Era una donna giovane con una famiglia e ha compiuto il suo dovere, come facciamo tutti, del tutto inconsapevole della minaccia che doveva affrontare. Si dice che dopo la morte di qualcuno accada sempre qualcosa di buono, ma è difficile capire cosa si possa trarre di positivo da un assassinio senza senso come questo”.

Le rassegne dei media internazionali parlano di sette membri della Camera dei Comuni morti negli ultimi quattro decenni in attacchi violenti, tre dei quali (Ian Gow, Anthony Berry e Robert Bradford) all’epoca violenta dell’IRA negli anni Ottanta e Novanta. “Dal 2016 al 2020, e in mezzo alla polarizzazione crescente della politica britannica, la Polizia ha contato 678 crimini commessi contro deputati di tutti i partiti politici”.

Questa volta, però, la situazione è diversa. L’unità antiterrorismo della Polizia britannica si è incaricata dell’indagine e ha subito diffuso un comunicato spiegando che le indagini iniziali hanno rivelato una possibile motivazione “collegata all’estremismo islamista”.

Devoto alla famiglia e al Parlamento

David Anthony Andrew Amess, nato nel 1952, era un politico conservatore – uno dei deputati conservatori con più anzianità –, membro della Camera dei Comuni per Basildon dal 1983 al 1997 e membro per Southend West dal 1997 alla morte. Ha esercitato la docenza e ha lavorato per un certo periodo nel campo delle assicurazioni.

Una volta in Parlamento e a tempo pieno, è stato il principale promotore, nel 1988, di un’importante legge contro i maltrattamenti animali, che chiedeva agli allevatori di evitare la “sofferenza superflua” degli animali. Cattolico, nel 2015 gli era stato conferito il titolo di baronetto, che gli ha permesso di essere chiamato “sir”. Era un ferreo difensore della Brexit e si opponeva a qualsiasi forma di attacco alla vita.

Testimonianze

Boris Johnson si è riferito al deputato assassinato come a una delle “persone più gentili e buone della politica”. L’ex Primo Ministro Theresa May ha parlato di “una giornata tragica per la nostra democrazia”, come ha fatto Tony Blair. David Cameron, anche lui ex Primo Ministro, lo ritiene “il parlamentare più impegnato che si potesse conoscere”; il leader del Partito Laburista, Keir Starmer, ha definito la notizia “orribile”; la laburista Lindsay Hoyle, presidente della Camera dei Comuni, ha dichiarato: “David era un uomo adorabile, devoto alla sua famiglia e al Parlamento”. Il consigliere John Lamb si è congedato tra le lacrime dal deputato sostenendo che è sempre stato “un amichevole uomo di famiglia”.

Nessuno si spiega perché sia stato assassinato un uomo che tutti definiscono un noboile cavaliere e un padre di famiglia esemplare. Ma i motivi ci sono. Gli uomini che predicano con la testimonianza della propria vita danno fastidio a un mondo sempre più relativista, e irritano per la loro rettitudine e il loro coraggio. Questo tipo di persone in genere conclude presto il suo percorso sulla Terra, com’è accaduto allo stesso Gesù.

Tornando a quello che Arness aveva detto della Cox, forse è vano cercare di trarre qualche aspetto positivo da una morte del genere, ma la sua testimonianza di vita può ispirare i contemporanei e diventare un riferimento per seminare valori necessari in un mondo violento e ingiusto che ha messo da parte Dio e la vita.

Tags:
terrorismo
Top 10
See More