Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 06 Ottobre |
San Bruno
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

La stretta amicizia tra due giganti spirituali

Stefan Wyszyński

VATICAN POOL | AFP

Małgorzata Bilska - pubblicato il 24/09/21

Wojtyła e Wyszyński si sono sostenuti e protetti lealmente

Nel 2020 la Chiesa della Polonia doveva celebrare il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II e la beatificazione del Primate Stefan Wyszyński, ma a causa della pandemia le celebrazioni per l’anniversario sono state molto ridotte e la beatificazione rimandata, cosa che ha lasciato più tempo per riflettere al riguardo.

È difficile non notare che la figura del Primate polacco può essere usata facilmente per scopi lontani da quelli religiosi e spirituali. Come indica la dottoressa Ewa K. Czaczkowska nel suo nuovo libro Prymas Wyszyński. Wiara. Nadzieja. Miłość (Il Primate Wyszyński. Fede. Speranza. Amore), la grandezza di Wyszyński era dovuta non solo al fatto di essere un patriota preoccupato per il futuro della Nazione polacca, ma anche all’essere un servo di Dio disinteressato, un cristiano e un sacerdote che usava il suo potere e la sua autorità intendendoli come autentico servizio.

Senza Wyszyński non ci sarebbe stato un “Papa da un Paese lontano”, e forse neanche un Papa santo. Il potere e l’autorità hanno lo stesso rapporto con la santità della ricchezza nella parabola del cammello e della cruna dell’ago.

▶️ Ecco alcune foto che mostrano Stefan Wyszyński e Karol Wojtyła insieme: ◀️

Il potere delle argomentazioni piuttosto che le argomentazioni del potere

Ewa Czaczkowska è storica, autrice della biografia del Primate Wyszyński e di molti articoli su di lui. Il suo nuovo libro sembra essere fatto apposta per la beatificazione. È composto da 11 capitoli, un’intervista e un calendario di eventi, e si concentra sugli aspetti del Primate che a suo avviso lo hanno fatto spiccare maggiormente.

Wyszyński era modesto, umile e dedito alla preghiera. Perdonava le ingiustizie altrui, che ha subìto in buona quantità, e non solo da parte dei comunisti. Li rispettava, e pregava per persone particolari del regime.

I capitoli 5 e 6 della biografia sono intitolati “Non si è fatto intimidire” e “Non ci offendiamo; parliamo”. Il capitolo su quanto il Primate Wyszyński apprezzasse l’opinione delle donne, i loro ragionamenti, la loro educazione, percezione del mondo, fede, devozione e diligenza è ispiratore. Il cardinale non si lasciava certo influenzare da pregiudizi e dicerie!

Percorse un territorio inesplorato, impartendo l’insegnamento del Papa polacco sull’uguaglianza tra uomo e donna e sul contributo dei talenti femminili alla vita pubblica, grazie alla sua vicinanza al laicato.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
cardinalesan giovanni paolo ii
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni