Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 27 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
home iconNews
line break icon

Problem solving: come Google ci aiuta ogni giorno.

Google

Shutterstock

Umberto Macchi - pubblicato il 22/06/21

Oggi esploriamo la funzione Calendar e quella di Maps. Due strumenti di grandissima utilità

Organizzazione è puntualità.

Quanti appuntamenti hai in agenda? E sul calendario? Riesci a seguire tutto? Bene con Calendar i tuoi impegni ben organizzati in un’agenda elettronica avranno anche l’opzione di richiamare alla vostra memoria il momento opportuno dell’appuntamento. È possibile scegliere la suoneria che richiamerà la nostra attenzione e l’orario in cui farla suonare. Secondo le nuove esigenze le caratteristiche principali che una persona impegnata in qualsiasi attività deve avere sono: mobilità, disponibilità, efficienza e puntualità. La teoria della generazione multitasking non tocca solo più le sfere del teorico, e non occupa più la definizione di una sola generazione, ma caratterizza tutte le persone che vivono questo momento storico. La digitalizzazione degli uffici pubblici ha portato tutti i cittadini di tutte le fasce di età e di qualsiasi estrazione sociale ad aver a che fare con l’organizzazione in rete del tempo. Calendar è stato pensato e progettato per riunire tutti i tuoi impegni e comunicarli a tutti gli apparecchi informatici che ti gravitano intorno. Puoi scrivere i tuoi appuntamenti e sincronizzarli tra telefono, computer, tablet e tutti i dispositivi che possiedi e che sono in comunicazione tra loro, per te.

La compilazione del foglio di Calendar è strutturata in modo e maniera tale che i tuoi impegni siano già di per sé ben visibili e non sovrapponibili, che pare una frase con poco senso pratico, ma la gestione degli impegni quotidiani a volte richiederebbe giornate decisamente più lunghe di quello che sono. La possibilità di poter osservare i propri appuntamenti sia giornalmente, settimanalmente, in una proiezione di quattro giorni, mese per mese o come se fosse un’agenda aiuta a comprendere quanto si debba fare.

L’utilità del programma è il suo esser stato pensato per snellire gli impegni che portano gli impegni: comunicarli a gli altri, ricordarli, appuntarli e mantenerli.

La condivisione del tuo calendario può avvenire secondo le precise esigenze del tuo lavoro: puoi includere solo i collaboratori più stretti, i quali possono aggiungere eventi, è possibile rendere partecipe qualcuno che non utilizza Calendar. Insomma, si ha la possibilità di includere molte persone, come nessuno. Il sistema di “sveglia” che Calendar ha in programma per ricordarti i tuoi impegni prevede con quanto anticipo comunicarlo, quante volte essere avvisato e l’eventuale cadenza ricordare l’impegno alle altre persone coinvolte.

Qualsiasi sia il tuo impegno, annotalo su Calendar, scandisci la sua importanza, decidi il titolo, attiva la sveglia e se poi non lo rispetti il caso non c’entra, ma sarà solo una questione che riguarderà la tua volontà.

Se sai dove sei, sai dove andrai.

Il mondo Google ti porta nel mondo reale, ti guida nel senso letterario del termine fino alla tua destinazione.

Adesso diamo per scontato, anche quando fissiamo un appuntamento di lavoro, o cerchiamo di raggiungere in tempo il locale dove c aspettano, che basti l’indirizzo per poter raggiungere il luogo. Vai su Google Maps, inserisci i dati, clicchi indicazioni e una voce ti dirà dove svoltare, e ti mostra inoltre il percorso più veloce e ti impedisce di andarti ad impilare insieme ad altre auto in una coda senza eguali.

Alcuni per mancanza di storia vissuta alle spalle, magari non erano proprio nati, non ricordano le auto che nel cruscotto custodivano il “tutto città”, un almanacco dal peso importante su cui erano riportati tutti i nomi delle strade, dei vicoli, dei locali, piazze, parchi, monumenti.

Adesso Maps in presa diretta ti consiglia gli itinerari con meno traffico, più veloci, migliori per te, senza dimenticare che lì vicino ci sono luoghi di interesse.

Fai un gioco, vai con il tuo computer su Goole Maps, e digita il nome di una qualsiasi metropoli del mondo. Spazia, esci dalla tua provincia e vai a vedere che cosa accade ora, ad esempio, a Città del Messico, puoi scendere in strada e vedere le immagini pre fotografate dalla Google car che ha tracciato una mappa tridimensionale gratuita a tua disposizione. Ma se questa cosa, ormai vista e rivista (ricordate i primi viaggi su Google earth?) non ha ancora soddisfatto tutta la tua voglia di novità, avvicina lo sguardo allo schermo e noterai (in questo preciso istante che scrivo e che non sarà il tuo) che c’è un incidente in Delegacion Venustiano Carranza e che sarebbe meglio passare da un’altra parte. Ovviamente quello che vedi al computer è in una posizione stabile, tu non ti muovi e il sistema lo sa. Per creare un percorso abbiamo scelto di fare, ad esempio il tragitto che Città del Messico, Texcoco.

Puoi spostare, sempre con un solo clic, la tua ricerca sul tuo smartphone, che prevede una mobilità. Bene, non solo vedrai le stesse cose, ma siccome l’incidente ti preclude la possibilità di passare dalla strada che ben conoscevi, Maps ti propone tutte le soluzioni alternative. Inoltre, se intendi muoverti a piedi hai anche la possibilità di chiamare in un Click un mezzo a tua scelta tra Uber e Taxi che distano 2 minuti dal punto della tua localizzazione, e che sono disposti a portarti alla tua meta. Tra l’altro la prima corsa è gratis.

Cambia tutto in maniera rapida e comoda, non è necessario spaventarsi, ma è doveroso imparare, e approfittare di questi straordinari strumenti creati dal genio umano per ottimizzare il nostro tempo.

Lo stesso vale se per una qualsiasi necessità, ad esempio se crei un evento ed hai bisogno che le persone che inviti riescano a trovare il luogo in cui sei. MyMaps ti permette di creare mappe personali in grado di mostrare il luogo di riferimento (quindi il posto in cui si svolge l’evento, che questo sia privato o non) semplificando così la comunicazione tra le persone ed aumentando la precisione.

Tags:
google
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
4
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni