Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 14 Giugno |
Sant'Eliseo
home iconSpiritualità
line break icon

Cosa c’entra Peppa Pig con San Giuseppe? Risponde Don Fabio Rosini

Alice-photo & Renata Sedmakova Via Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 09/06/21

La genesi delle "10 parole” del sacerdote romano è legata ad entrambi. Nel suo nuovo libro la racconta, e ci fa comprendere perchè San Giuseppe, per la nostra generazione, è una figura molto importante

Cosa lega San Giuseppe a Peppa Pig? Lo spiega Don Fabio Rosini nel suo nuovo libro *San Giuseppe – Accogliere, custodire e nutrire” (edizioni San Paolo), in libreria dal 10 giugno.

Prendendo come esempio il papà terreno di Gesù, il volume propone un cammino per apprendere a non sprecare la bellezza, per aprirsi ad accogliere la grazia attraverso i gesti e le azioni di San Giuseppe. 

Il padre che manca alla nostra generazione

Alla scuola di un uomo tanto solido quanto umile, tanto forte quanto docile, possiamo imparare l’arte della custodia della vita, quella altrui e quella propria, quella naturale come quella dello Spirito. Egli è quel padre che manca a questa generazione e che dobbiamo riscoprire e ridiventare.

Un percorso utile a chiunque, uomo o donna, voglia apprendere l’arte di accogliere e vivere le cose grandi che gli sono riservate.

“Che bisogno c’è di San Giuseppe”

Scrive Don Fabio Rosini:

I Cristiani credono che il Signore Gesù Cristo «… per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo».

Se le cose stanno così, c’è una domanda che ci possiamo porre in tutta onestà: che bisogno c’è di San Giuseppe?»

In effetti, ad un lettore grossolano, san «Giuseppe potrebbe apparire quasi come il padre insulso di questa epoca, quel padre che c’è “anche” lui, che occupa spazio e, tutto sommato, non molto più».

La pubblicità del padre di Peppa Pig

Qualche anno fa, ricorda Don Fabio Rosini, «c’era una pubblicità terribile in cui il padre non capiva niente, mentre i figli e la madre comprendevano tutto. Lui non risolveva i problemi, li complicava, credendo invece di risolverli; a un dato momento diceva: “Cosa fareste senza di me?”; e la madre rivolta verso lo spettatore ribatteva: “Ne prenderemmo un altro”; la gente rideva… ma di cosa? Era l’immagine del padre di questa epoca. Il padre di Peppa Pig. Un cretino».

Nel 1993, dopo un paio d’anni di verifiche e prove, «iniziai a proporre il percorso sulle Dieci Parole. A chi mi chiedeva perché avessi preso quella strada dicevo che i giovani non avevano il padre, che erano allo stato gassoso».

Si rivaluta la figura del padre

Negli stessi anni, prosegue il sacerdote romano molto amato dai giovani, «si stava avviando un virtuoso tentativo culturale, tutt’ora in corso, di rivalutare la figura paterna. Da più parti, in modo pluriforme, cresceva la coscienza della opportunità di questo ripensamento. Un tentativo tardivo ed improbo, perché non fronteggiava delle mode recenti ma almeno due secoli e mezzo di sgretolamento dell’esercizio dell’autorità».

«Personalmente – rammenta Don Fabio Rosini – lavoravo sul campo e constatavo la drammatica urgenza di un’educazione alla crescita organica sia del maschile che del femminile. Si trattava di valorizzare entrambi, affermandone la bellezza e la vitale complementarietà».

Questo libro, spiega il parroco, «ha la sua origine remota in due istanze: in parte la necessità di spiegare ai giovani preti come si esercita la paternità sacerdotale, e, d’altro canto, il desiderio di aiutare le tante coppie di collaboratori a crescere nell’armonia fra maschile e femminile».

Troppi “sprechi”: il monito di Don Fabio Rosini

La nostra generazione, ammonisce don Fabio Rosini, «non ha perso solo il padre ed inasprito la madre… ha perso sapienza, in modo globale. Ci manca la saggezza, ci manca l’arte di campare. Andiamo a casaccio, peschiamo frammenti di certezza a destra e a manca».

“Camminiamo sui passi di San Giuseppe”

«Le persone sono bellissime, ma tendono a dilapidare, come il figliol prodigo, la loro dote, il loro talento, le loro occasioni. Dio è generosissimo – conclude il sacerdote romano – e non si stanca di continuare a darci altre chance, una sull’altra, ma varrebbe la pena di non lasciar scivolare via troppe di queste possibilità. Spiegando molte volte le cose che sto per scrivere, ho visto che l’avventura di San Giuseppe – chiosa Don Fabio Rosini – è un paradigma su come accogliere il bene e crescere in esso, e credo valga la pena di camminare sui suoi passi», chiosa il sacerdote, presentando il suo nuovo libro. 

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL NUOVO LIBRO DI DON FABIO ROSINI.

Tags:
san giuseppe
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni